La ROM del gioco perduto di McDonald’s per Nintendo DS è stata pubblicata online

2 min.
19.11.2020
Doomerissima


Questa è una storia senza tempo. Be’, in realtà no. Nel 2010, Nintendo fece un accordo con la divisione giapponese di McDonald’s per produrre un software per Nintendo DS che potesse fungere da training aggiuntivo per i futuri impiegati della catena di fast food.

Il gioco aveva il titolo non molto fantasioso di eCDP (acronimo di eCrew Development Program) e includeva anche un’edizione speciale del Nintendo DSi nero con la M di McDonald’s sopra. Fino a qualche tempo fa, il gioco era considerato perduto, perché distribuito in quantità estremamente limitate. Inoltre, le poche copie che esistevano richiedevano una password per accedere al menu principale. Questo l’aveva reso popolare tra gli appassionati di lost media.

Un utente francofono di nome code1038 era riuscito a ottenere una copia del gioco, ma appunto non poteva accedervi perché gli mancava la password, e si rifiutava di caricare online la ROM per principio. Allo stesso tempo, era apparsa un’inserzione su Yahoo! Auctions Japan che, ben conscia della rarità dell’articolo, chiedeva la bellezza di 345.678 yen (circa 2800 euro) per la cartuccia, il DSi a tema e la preziosissima password per accedere.

Nel video che vedete qui sopra, lo YouTuber Nick Robinson, famoso per i suoi viaggi in Giappone apparentemente per motivi futili, racconta di essere riuscito ad aggiudicarsi la copia e di essersela fatta portare dal Giappone tramite il fratello (studente a Tokyo), aggirando le norme anticovid che vietavano i viaggi e le spedizioni internazionali. Poco dopo essere riuscito ad accedere al gioco ha scoperto che code1038 aveva indipendentemente ottenuto la sua password qualche settimana prima, rendendo il gioco di McDonald’s doppiamente “non più perduto”.

Robinson è anche riuscito a caricare online la ROM di eCDP, rendendo questo titolo misterioso per Nintendo DS finalmente disponibile a tutto il mondo, e non solo agli impiegati McDonald’s giapponesi del 2010.