Masahiro Sakurai racconta i dietro le quinte di Sephiroth

1 min.
24.12.2020
Notizie


Sephiroth è in Super Smash Bros. Ultimate. Ormai ci siamo abituati ma suona ancora strano. Forse non quanto Steve, ma sempre strano. E come con ogni personaggio DLC, Masahiro Sakurai torna a parlarci su Famitsu di qualche dietro le quinte sulla sua inclusione. Ringraziamo Source Gaming e Nokolo per questo video riassuntivo che ora vi traduco in italiano:

Nota: la rubrica è stata scritta prima che andasse in onda il video di presentazione del personaggio.

Sakurai dice che nei DLC di Smash sono apparsi molti protagonisti, ma i cattivi erano rari. Se un personaggio boss è incluso, vuole che si senta che è un boss.

Voleva che Sephiroth avesse delle pose uniche. Ha pensato che delle pose che accentuano la sua forza fossero piacevoli da giocare (nella rubrica appare anche un piccolo schizzo delle pose con la spada usato durante lo sviluppo).

È stato difficile creare la sfida di Sephiroth, ma è andata bene. Dividere il DLC in due parti ha reso necessario più tempo per lo sviluppo. Ripensandoci ora, è contento di come è riuscito l’evento.

Sakurai non poteva non includere tutte le abilità di Sephiroth come la portata della spada e la velocità. Ci è voluto impegno per implementarle bene. Nota che la sua modalità “ala sola” rende le lotte più interessanti.

Il trailer di Sephiroth è stato fatto nello stile di Final Fantasy VII: Advent Children. La “trama” del trailer è stata finalizzata prima dell’uscita di Final Fantasy VII Remake, quindi non ci sono riferimenti a quel gioco.

Conferma, se non fosse già ovvio, che Sephiroth ha la spada più lunga della storia di Smash. Conclude dicendosi orgoglioso di essere riuscito, insieme al suo team, a farlo uscire entro la fine dell’anno. Augura a tutti un felice anno nuovo.