Masahiro Sakurai elogia Death Stranding nell’ultimo numero di Famitsu

1 min.
05.12.2019
Notizie


Death Stranding, l’ultima grande fatica di Hideo Kojima, è sicuramente una delle uscite più anticipate di tutto il 2019. Ma anche una delle più controverse, considerando la natura particolarissima del titolo. Il creatore di Super Smash Bros. nonché amico di Kojima (secondo voi perché Snake è in Smash dal 2007?), Masahiro Sakurai, ha voluto dire la sua sul gioco.

Sakurai ha apprezzato particolarmente il titolo, definendolo un esempio del talento di Kojima e del suo team di sviluppo. Ha anche affermato che Death Stranding non è un gioco per tutti ma egli ha apprezzato il world building e il senso di smarrimento. Infine, nonostante lo scetticismo iniziale, è rimasto sorpreso dalla campagna online, che pensava si sarebbe rivelata troppo invasiva.

Tuttavia, Sakurai ha anche giustamente rivolto alcune critiche. L’interfaccia con piccole scritte e basata sulla prolungata pressione dei tasti non gli è andata molto a genio, così come i terreni con troppe rocce scoscese che rendevano il gameplay un po’ troppo tedioso.

Per concludere, ha affermato che Death Stranding è un gioco che rompe gli schemi e offre un nuovo mondo che i videogiochi non hanno ancora esplorato. Speriamo che il prossimo a farlo sia il seguito di The Legend of Zelda: Breath of the Wild, magari con meno rocce protuse!

Fonte: Dualshockers

[amazon_link asins=’B07DLGT47C’ template=’NDProductLink’ store=’nintendoomed-21′ marketplace=’IT’ link_id=’91d429ac-f0c1-4ba0-8891-05ce62a7d807′]