17 ottobre 2018 • Notizia

MariCar sta continuando ad utilizzare costumi di personaggi Nintendo

Qualche settimana fa abbiamo parlato di come MariCar, un’azienda di Go-Kart giapponese, abbia perso una causa contro Nintendo per infrazione di copyright e danno d’immagine, venendo costretta ad un’ammenda di 10 milioni di yen e cambiando il nome dell’azienda in Mari Mobility Dev.

L’oggetto del contendere? Il fatto che l’azienda noleggiasse Go-Kart e costumi a tema Mario Kart, causando oltretutto vari incidenti in giro per Tokyo.

Ma come si suol dire, “il lupo cambia il nome ma non il vizio”: MariCar, o MariMobility che dir si voglia, sta comunque continuando a noleggiare gli stessi Kart e costumi. L’azienda ha infatti deciso di appellarsi al giudizio della corte e probabilmente spera di poter ribaltare le carte in tavola.

Riusciranno i nostri eroi dal nome vagamente ammiccante o verranno, letteralmente, asfaltati anche in secondo grado? Solo il tempo saprà dircelo.

Fonte: GoNintendo


Studente liceale amante delle arti canoniche tanto quanto del medium videoludico, ha deciso di unire assieme le due cose e dare la sua personalissima lettura al mondo dei videogiochi: non che ci si aspettasse diversamente da qualcuno che fa discorsi filosofici sulla trama di Drawn to Life 2. Quando non scrive, disegna, e quando non disegna è probabile che stia giocando a qualche RPG di bassa qualità per poi scriverci e/o disegnarci a riguardo, ovviamente.

Lo trovate su Facebook e YouTube.

Autore: Luigi "Enpitsu" Riccio

Studente liceale amante delle arti canoniche tanto quanto del medium videoludico, ha deciso di unire assieme le due cose e dare la sua personalissima lettura al mondo dei videogiochi: non che ci si aspettasse diversamente da qualcuno che fa discorsi filosofici sulla trama di Drawn to Life 2. Quando non scrive, disegna, e quando non disegna è probabile che stia giocando a qualche RPG di bassa qualità per poi scriverci e/o disegnarci a riguardo, ovviamente. Lo trovate su Facebook e YouTube.