Una madre incolpa i Pokémon per il figlio hikikomori

1 min.
08.10.2018
Notizie


I Pokémon promuovono la socialità, si sa, ma non sempre il messaggio viene pienamente recepito dai suoi usufruitori. O almeno, questo è quello che pensa la madre di un hikikomori 38enne.

Per chi non lo sapesse, gli hikikomori sono delle persone che rifuggono la vita sociale, rinchiudendosi in casa o addirittura nella propria stanza per non affrontare il mondo esterno. Questo è un fenomeno sociologico rilevante soprattutto in Giappone, dove il lavoro è alienante, ma negli ultimi anni tale fenomeno si è disteso anche ad altre nazioni, tra cui l’Italia.

La madre dell’hikikomori in questione spiega in un primo momento che parte del problema è dovuto al sistema educativo giapponese e a lei stessa. Successivamente, però, addita i Pokémon come motore scatenante della psicopatologia: spiega, infatti, che anche se tutto sommato suo figlio andava bene sia a scuola che all’università, un giorno ha deciso che “avrebbe dedicato tutta la sua vita ai Pokémon”, rinunciando agli studi e alla vita sociale.

Voi cosa pensate di questo episodio e del fenomeno in generale? Aspirate anche voi a diventare hikikomori? O pensate che in fondo un po’ di socialità può essere utile?

Fonte: Nintendosoup.com

[amazon_link asins=’B07DTKSMTG’ template=’NDProductLink’ store=’nintendoomed-21′ marketplace=’IT’ link_id=’a3af228b-ca78-11e8-8f8e-5515dcf3a487′]