Resoconto della conferenza di Reggie Fils-Aimé alla Cornell Dyson

2 min.
22.10.2019
Notizie


Ricordate che Reggie Fils-Aimé è stato nominato leader in residence all’Università Cornell Dyson? Se sì, bravi, se no, male, dovete leggere di più Nintendoomed. In ogni caso, ieri 21 ottobre ha tenuto la sua prima lezione in quest’ambito, e un utente di ResetEra che si fa chiamare Theorymon ha pensato bene di pubblicare un resoconto dei momenti salienti.

Ed ecco il nostro resoconto tradotto (parafrasato) in italiano:

  • Ha parlato molto di Nintendo! Soprattutto della scelta di vendere Wii Sports in bundle con il Wii, il passato hanafuda di Nintendo, di quando ha parlato con il capo ingegnere del NES chiedendogli quale fosse il loro obiettivo principale (giocare una bella partita di Donkey Kong). Ha ammesso senza problemi che il Wii U è stato un fallimento, ma che ci ha portato al Nintendo Switch. Ha detto anche di aver parlato molto spesso con la sede giapponese, dove era soprannominato “Reggie-san”.
  • Toccante il momento in cui ha parlato di Iwata. Ha raccontato che Iwata era contrario al vendere Wii Sports insieme al Wii negli USA. [NDR: Wii Sports fu infatti venduto separatamente in Giappone] Ha descritto Iwata come un mentore, che gli ha insegnato il valore del silenzio negli affari, spesso ignorato dai business occidentali.
  • La conferenza è stata molto divertente, Reggie faceva battute e interagiva col pubblico. Appariva quasi del tutto libero dalle “catene” PR che lo trattenevano quando rilasciava interviste per conto di Nintendo.
  • Non ha parlato solo di Nintendo, ma anche dei suoi principi per la leadership e accennato quando lavorava per Panda Express.
  • Ha enfatizzato l’importanza di un ambiente di lavoro vario, con persone di ogni razza, genere, orientamento sessuale, e come il confronto tra diversi background porti a un risultato migliore. NoA ha apparentemente diversi programmi per incoraggiare donne e persone LGBT+.
  • Qualcuno gli ha chiesto della questione Blizzard-Hong Kong. Non è arrivato al punto di condannare apertamente la Cina (ha detto solo “è un mercato molto diverso”) ma ha lodato la risposta della comunità alla gaffe di Blizzard.
  • Qualcuno gli ha chiesto di Mother 3, il che ha causato una risata fragorosa, e lui ha risposto “Pensavo di essere finalmente sfuggito a questa domanda!”
  • Un tizio gli ha detto vorrebbe diventare il presidente della Pokémon Company tra 38 anni… strano ma ok.
  • Qualcuno gli ha chiesto come Nintendo scelga le date d’uscita per i giochi sviluppati dai suoi partner, come quelli di Pokémon, e Reggie ha risposto che è un processo bilaterale. Alcune aziende come TPCI e Retro Studios preferiscono avere più controllo sulla data d’uscita.

Inoltre, Cornell ha menzionato che intendono pubblicare un video dell’intera conferenza, quindi rimaniamo tonnati!

Fonte: ResetEra

[amazon_link asins=’B00517SV5I’ template=’NDProductLink’ store=’nintendoomed-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ff3224ef-95b8-481a-95e9-8224f077f9e4′]