21 Aprile 2019 • Scherzendo

Kinder Gransorpresa x Mario Kart – RECENSIONE

Il crossover che stavamo aspettando?

Nintendo ci riprova. Dopo la discutibile Torta di Super Mario per Natale, eccola che tenta di nuovo di entrare nei cuori dei bambini italiani passando per il loro stomaco in occasione di una festa cristiana. È la volta di Kinder Gransorpresa con le sorprese di Mario Kart!

Uovo Mario 1
Sì, c’è anche un uovo di Pasqua superiore sullo sfondo, ma quello è tutto per me!

Rispetto alla Torta, prodotta da Balocco, stavolta Nintendo ha fatto una partnership con una notissima casa sviluppatrice italiana: la Kinder, produttrice di numerosissimi titoli amati dal pubblico come Happy Hippo (e la sua strepitosa colonna sonora formata da un loop infinito di “The Lion Sleeps Tonight”) e ovviamente gli Ovetti, amati da tutti tranne dagli americani che per un palese effetto “la volpe e l’uva” ti diranno tutti che è cioccolata mediocre.

Ma non è mediocre, chiunque può dirvelo. E infatti qui non è della cioccolata che andremo a parlare. La cioccolata del Kinder Gransorpresa è la stessa di quando eravamo piccoli, quella non delude mai.

Uovo Mario 2

Dopo aver quindi scartato il mio uovo, trasgredendo alla regola sacra di non aprire le uova prima di Pasqua, ma per Nintendoomed questo e altro, noto che lo stare vicino alla finestra ha un po’ ammosciato la cioccolata. Pazienza, il piacere primordiale di sfracellarla con un pugno dovrà lasciare posto al piacere OCD di aprirla perfettamente a metà.

Uovo Mario 3

Mentre assaggio la cioccolata, che grazie alla sua scioglievolezza non fa nemmeno briciole, mi accingo a scoprire quale personaggio contiene il mio uovo. Sul bavaglino di carta ce ne sono solo quattro: Mario, Luigi, Yoshi e Toad. Saranno davvero solo quelli? Purtroppo sì, lo conferma il foglietto contenuto nella capsula insieme a…

Luigi! Oh gioia, era proprio quello che speravo. In effetti è il migliore che potesse capitarmi: Mario è mainstream (wow, non sentivo qualcuno usare “mainstream” come aggettivo negativo dal 2013, bel lavoro me), e poi ho già troppe cianfrusaglie che lo raffigurano in giro per casa. Yoshi ha avuto fin troppa visibilità nei media ultimamente, e solo guardarlo mi fa ricordare la musica brutta di Crafted World. E Toad… come avrei fatto ad esporlo e farmi prendere sul serio?

Luigi rotto
La sorpresa smontata. O il risultato di un grave incidente in pista, decidete voi

Il montaggio del Luigi pilota non è per niente difficile, giusto un po’ di fatica a far entrare la parte davanti del kart, perché non avevo capito che il volante dovesse essere incastrato così in fondo nelle mani dell’idraulico verde. Ma basta attaccare cofano, pilota e tubi dietro e il gioco è fatto! Presumo sia così anche per gli altri personaggi, a meno che la testona inutile di Toad non aumenti artificialmente la difficoltà. Inizialmente mi sembrava strana la mancanza della L sul davanti, poi ho scoperto che quella e i due anelli d’oro intorno ai tubi di scappamento erano adesivi nascosti nella capsula. Il mio Luigi è pronto a sfrecciare!

Luigi
Spero che nessuno si accorga che l’ho cagata.

C’è da dire che mi aspettavo almeno una di quelle macchinine che le spingi indietro e loro vanno avanti, invece no: pura e semplice forza analogica. Ma se c’è una cosa che Nintendo ci ha insegnato è che spesso le cose semplici sono le migliori. Per il resto il giocattolo è di ottima fattura, beh, è a tre dimensioni, cosa che non si può dire della sorpresa della Torta.

Luigi Color Splash
Questo solo per ricordarvi che Nintendo conosce i meme

È davvero necessario prendersela così con un indie a basso budget e a basso costo come la Torta di Super Mario? Direi di sì, con le avventure di Nintendo in terze parti bisogna sempre pretendere il massimo, altrimenti sarebbe il caos. Meno Torte e più Kinder Gransorpresa, e il mondo sarà un posto migliore. Una sola cosa, Nintendo, l’anno prossimo fai anche una sorpresa di Mario sul Kinder Gransorpresa Maxi. Questi cosi standard giuro che diventano ogni anno più piccoli.

Leak della Cioccoisola da Mario Kart 9

CIUFFO/10

  • La cioccolata Kinder è ottima
  • Giocattolo di buona fattura che non puzza neanche di plastegòn
  • Ho trovato Luigi
  • Latte
  • Non c’è la versione Maxi
  • La macchinina non ha neanche il motorino a retrocarica
  • Quanto costi figliolo
  • Cacao
Il Kinder Gransorpresa di Mario Kart è decisamente un passo avanti rispetto alle pallose sorprese di Tom & Jerry o dei Looney Tunes di quando eravamo piccoli. Sicuramente l’avete già comprato in quanto fan Nintendo, ma ve lo consiglio lo stesso perché ho paura che Luigi mi guarderà male se non lo faccio.

Nintendoomed partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Prova gratuitamente Amazon Prime per ricevere i tuoi acquisti in un giorno.

Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *