14 Settembre 2015 • Notizia

Kimishima resterà presidente per un solo anno, ulteriori informazioni sulla nuova dirigenza

Emergono nuovi dettagli sulla nuova dirigenza di Nintendo da parte della rivista finanziaria Nikkei.

Ci giungono così nuove informazioni relative al nuovo CEO, qui riportate e tradotte.

  • Kimishima non ha mai ricevuto alcuna istruzione da parte di Iwata sul come gestire la compagnia;
  • Il nuovo CEO è una persona “dolce e amichevole”;
  • Kimishima è stato eletto per un anno e non sa cosa succederà in futuro. Non è contrario all’idea che persone esterne alla compagnia possano guidare Nintendo in futuro;
  • Kimishima prevedette il fallimento di Wii U fin dall’annuncio, ritenendolo troppo simile al Wii;
  • I piani di Nintendo riguardo il settore mobile non cambieranno, il compito ora è quello di sviluppare un nuovo tipo di business;
  • Nonostante sia un uomo d’affari, ritiene sbagliato gestire una compagnia di videogiochi basandosi sui meri numeri;
  • Da quanto viene riferito da Nikkei, Kimishima non era la scelta preferita di Iwata. Nintendo stava cercando qualcuno più giovane ma non aveva il personale adatto;
  • La troika (il triumvirato, ndr) è stata una decisione affrettata a causa dell’arrivo della stagione natalizia, dove Nintendo realizza più del 50% delle vendite.

Qui di seguito vi riportiamo i tweet con la traduzione in inglese.

Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l’addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l’internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest’ultimo non lo usa mai).

Autore: Filippo "Flippoh" Corso

Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l'addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l'internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest'ultimo non lo usa mai).