6 Ottobre 2019 • Notizia

Hideki Kamiya ci racconta di quando Shinji Mikami fu costretto a bandire Tetris Attack nel suo team di sviluppo

Giochi come Tetris, si sa, possono davvero essere delle droghe. In questo caso, la versione incriminata era Tetris Attack e il luogo del crimine era Capcom.

In un blog di PlatinumGamesHideki Kamiya, che ricordiamo non ha ancora del tutto risolto i suoi problemi con Tetris, ci racconta che durante lo sviluppo di Resident Evil il suo team era solito giocare al puzzle game. Il problema è che ci giocavano davvero troppo, al punto che Shinji Mikami, direttore del progetto, bandì completamente il gioco:

Quando lavoravo a Resident Evil, Tetris Attack era davvero di moda in ufficio. Ci giocavamo tutti i giorni, al punto da ignorare il lavoro e Shinji Mikami fu costretto a dare l’ordine di bandire Tetris Attack.

Esseri umani come noi, insomma. Chissà se altri progetti finiti in development hell possono avere dietro storie simili…

Fonte: GoNintendo


24 anni, studente universitario ma perditempo professionista nel cuore. Dovrebbe essere un giocatore competitivo di Smash ma ormai si è ritirato sulle montagne e partecipa a un torneo una volta ogni tre anni. Amante di giochi Nintendo e musicista. Lo trovate anche su Twitter.

Autore: Lorenzo "Dr Love" Aina

24 anni, studente universitario ma perditempo professionista nel cuore. Dovrebbe essere un giocatore competitivo di Smash ma ormai si è ritirato sulle montagne e partecipa a un torneo una volta ogni tre anni. Amante di giochi Nintendo e musicista. Lo trovate anche su Twitter.