Hideki Kamiya ci racconta di quando Shinji Mikami fu costretto a bandire Tetris Attack nel suo team di sviluppo

1 min.
06.10.2019
Notizie


Giochi come Tetris, si sa, possono davvero essere delle droghe. In questo caso, la versione incriminata era Tetris Attack e il luogo del crimine era Capcom.

In un blog di PlatinumGamesHideki Kamiya, che ricordiamo non ha ancora del tutto risolto i suoi problemi con Tetris, ci racconta che durante lo sviluppo di Resident Evil il suo team era solito giocare al puzzle game. Il problema è che ci giocavano davvero troppo, al punto che Shinji Mikami, direttore del progetto, bandì completamente il gioco:

Quando lavoravo a Resident Evil, Tetris Attack era davvero di moda in ufficio. Ci giocavamo tutti i giorni, al punto da ignorare il lavoro e Shinji Mikami fu costretto a dare l’ordine di bandire Tetris Attack.

Esseri umani come noi, insomma. Chissà se altri progetti finiti in development hell possono avere dietro storie simili…

Fonte: GoNintendo

[amazon_link asins=’B01HNXGIRK’ template=’NDProductLink’ store=’nintendoomed-21′ marketplace=’IT’ link_id=’e779b41a-c1a4-4f5e-8a15-376665196ad8′]