Iwata parla del “Region Lock”: Project NX potrebbe non averlo

1 min.
10.05.2015
Notizie


Per alcuni, il problema più grande dei sistemi di Nintendo attuali (Wii U e 3DS) è la piaga del blocco regionale che impedisce di usare prodotti stranieri sulle console comprate nel negozietto sotto casa.

Da sempre, quindi, ci sono state lamentele e proteste contro questa politica  (e qualcuno ha addirittura aggirato il problema con metodi poco ortodossi), considerata obsoleta al giorno d’oggi (specie perchè Nintendo è letteralmente l’unica ad imporre ancora cose di questo genere).

Ma cosa ne pensa il colosso di Kyoto di tutto questo? Iwata ha risposto a queste e ad altre domande relative al region lock nel Q&A con gli azionisti.

Pare, infatti, che Nintendo sia favorevole al region free (l’opposto del region lock, appunto), ma che, com’era facilmente intuibile, non intravede la prospettiva di eliminare il sopracitato blocco regionale dalle attuali console (e c’è chi ancora ci spera). Ma che dire della next-gen? Quali sono i piani di Nintendo relativamente a Project NX, ad esempio?

Nulla è ancora stato deciso. Già. Tanti bei discorsi e buona volontà, ma Nintendo pare avere ancora delle riserve. Motivo? Probabilmente lo sanno solo loro.

Per voi sarebbe importante che la prossima console di Nintendo sia “region free”?