15 settembre 2018 • Notizia

Intervista a Suda51 su Travis Strikes Again, amiibo, porting e altro

Al Penny Arcade Expo West, Nintendo Wire ha intervistato Suda51, che sta attualmente lavorando a Travis Strikes Again: No More Heroes in arrivo su Nintendo Switch. Al developer sono state fatte una serie di domande in proposito al titolo, ma anche su altri argomenti interessanti:

Nintendo Wire: Ci sono state delle caratteristiche di Switch che ti hanno ispirato per nuove idee per Travis Strikes Again? Come ci si sente a sviluppare su questa console? Quali sono i tuoi giochi preferiti su Switch?

Suda: Assolutamente! Switch mi è stato molto d’ispirazione per il design di Travis Strikes Again. Quando ho visto per la prima volta la console, quello che mi aveva sorpreso maggiormente sono stati i Joy-Con, i piccoli controller rimuovibili. Una caratteristica chiave di Travis Strikes Again è la possibiltà di dividersi i Joy-Con per il co-op. Non sarebbe possibile su altre console.

Riguardo ai giochi, sono un fan dei prodotti Nintendo, in particolare di Super Mario Odyssey. Recentemente ho finito The Legend of Zelda: Breath of the Wild dopo numerose e lunghe sessioni di gioco… però ci ho giocato con il Pro Controller… il che rende abbastanza discutibile quello che ho detto prima sui Joy-Con, vero?

NW: Come ci si sente a utilizzare un layout di pulsanti tradizionale per Travis Strikes Again? I No More Heroes originali erano famosi per l’uso che facevano del motion control, quindi mi chiedo come il cambio abbia influenzato sullo sviluppo.

Suda: La cosa più importante che abbiamo dovuto considerare è stata il piccolo numero di pulsanti su un singolo Joy-Con, il che limita le azioni durante il co-op. Abbiamo dovuto adattarci nel design dello schema dei controlli. Non è cambiato molto dai primi giochi, onestamente… continui a scuotere il controller per caricare la katana laser di Travis, seguendo lo spirito degli originali.

Sviluppando il primo No More Heroes, ci eravamo focalizzati su uno schema di controlli che usava il motion control perché era la caratteristica innovativa del Wii. Con lo Switch, giocare facilmente in co-op è una grossa funzione della console, mentre i motion control sono meno importanti. Per questo abbiamo adattato lo sviluppo.

NW: Travis Strikes Again introduce Badman, il padre di Badgirl. C’è un motivo per cui hai scelto un familiare di quel particolare assassino?

Suda: Il motivo principale è che Badgirl è molto popolare, anche più degli altri assassini della serie. Infatti, nella maggior parte delle convention in cui vado c’è sempre almeno una persona che ne fa il cosplay. Non ho ancora visto nessuno al PAX, però.

NW: Con sia Travis che No More Heroes che fanno un gran ritorno, ti piacerebbe vedere i due giochi originali arrivare su Switch? E altri tuoi lavori, come Killer7?

Suda: Riguardo No More Heroes 1 e 2, i diritti appartengono anche a Grasshopper e Marvelous, quindi le cose sono un po’ difficili. Però, mi piacerebbe tanto portarli. Killer7, invece, verrà presto rilasciato su Steam e un porting su Switch dipenderebbe da quanto va bene lì.

NW: Noi di Nintendo Wire siamo appassionati di amiibo. Quindi dobbiamo chiederlo: anche a Travis piacerebbero? Vorresti vederlo un giorno come amiibo? E lui vorrebbe avere l’amiibo di sé stesso?

Suda: Sì a tutte e tre! Sarebbe molto bello avere un amiibo di Travis.

NW: Abbiamo visto il rilascio di molti titoli indie dopo l’annuncio di Travis Strikes Again. Considerando il focus del gioco su di essi, ce ne sono alcuni che hai giocato in particolare, ultimamente?

Suda: Un po’. Qui al PAX, sfortunatamente non sono ancora riuscito ad andare di sopra nella zona principale dedicata agli indie, ma mi sono piaciuti diversi giochi. Sono stato allo stand di Devolver Digital, con cui abbiamo collaborato in passato, e ho visto roba davvero bella. Sia Gato Roboto che My Friend Pedro mi hanno stupito in particolare.

NW: A questo punto, sei un game developer veterano, e i tuoi interessi e la tua personalità si intravedono nel tuo lavoro. Con quale dei tuoi giochi o personaggi ti identifichi maggiormente?

Suda: Travis. A questo punto sento qualcosa di lui come parte di me.

NW: Cambiando argomento… essendo un gioco pubblicato da Nintendo, sentiamo di doverlo chiedere… quale dei tuoi personaggi vorresti vedere in Super Smash Bros.?

Suda: Beh, tutti mi dicono che dovrebbe essere Travis… e io la penso allo stesso modo. Mi piacerebbe vederlo nel prossimo… che sia tramite sondaggio o un’altra iniziativa. Vorrei che un giorno Travis possa diventare una grande star dei videogiochi.

NW: Cosa dovrebbero aspettarsi i fan da Travis Strikes Again?

Suda: Come avete fatto notare prima, il gioco si focalizza su altri titoli indie, con Travis che entra in sei diversi giochi. E per ognuno di essi, il gameplay cambia più o meno radicalmente. Siamo molto orgogliosi del nostro lavoro in ogni area. Abbiamo in mente anche un finale molto bello, quindi vi chiedo di giocarci fino alla fine!

Fonte:


Studente fuorisede e (sedicente) appassionato di RPG, in particolare Dragon Quest e Fire Emblem. Passa più tempo a cercare di recuperare vecchi giochi che a provarne di nuovi. Quando non scrive articoli, probabilmente sta perdendo tempo all’arena dei mostri per ottenere la spada Falcon.
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Dario "Spiky" Vetrano

Studente fuorisede e (sedicente) appassionato di RPG, in particolare Dragon Quest e Fire Emblem. Passa più tempo a cercare di recuperare vecchi giochi che a provarne di nuovi. Quando non scrive articoli, probabilmente sta perdendo tempo all'arena dei mostri per ottenere la spada Falcon. Lo trovate su Facebook e Twitter.