15 settembre 2018 • Intervista

Intervista ad Alessandro Cremascoli, il Saggio italiano del TCG Pokémon!

L’italiano che ci ha fatto sognare al mondiale TCG

Alessandro Cremascoli, uno dei più importanti giocatori Italiani del TCG di Pokémon racconta in esclusiva la sua esperienza agli scorsi mondiali per i lettori di Nintendoomed!

Ciao Alessandro, innanzitutto ti ringrazio per la tua disponibilità. Per i nostri lettori che non ti conoscono, puoi farci una piccola presentazione?

Ciao Andre, grazie a te per questa opportunità!
Dunque, mi chiamo Alessandro e sono un giocatore competitivo di carte Pokémon. Ho iniziato a giocare in una lega di Milano e da allora non ho mai smesso di girare il mondo per seguire questa mia passione. Nel mio albo d’oro ci sono due vittorie ai campionati nazionali e numerosi piazzamenti europei, ma senza dubbio la conquista più grande è stato il numero di amici che ho guadagnato in questi anni grazie a questo gioco. Sarò sempre grato di questo.

Allora, com’è stato questo tuo undicesimo mondiale? Raccontaci la tua esperienza!

Esatto con quello appena trascorso sono undici! Mi sono presentato al mondiale con i 250 punti necessari per affrontare il Day 1 come tanti altri e con un mazzo deciso il giorno prima. Tanta fortuna ed un pizzico di bravura mi hanno permesso di ottenere le sei vittorie necessarie per giocare al Day 2 ed il giorno seguente sono arrivato ad una partita da quello che poteva essere il mio miglior risultato di sempre, nonché coronamento di un sogno. Purtroppo non è andata come speravo e torno a casa con un 21° posto. Bene, ma non benissimo insomma!

Quanto pensi che sia complicato per un nuovo giocatore del TCG puntare ad obiettivi così alti come quello che hai appena raggiunto? Qual è secondo te il modo migliore per progredire ed apprendere al meglio il gioco?

Come in tutte le cose iniziare è sempre complicato ma è anche la parte più interessante, dove tutto è nuovo e ogni carta sembra sempre la più forte. Per quanto il gioco di per sé non sia complicato, essendo pensato per un pubblico molto giovane, riuscire ad eccellere è tutt’altro che semplice. Il mio consiglio è senza dubbio quello di affidarsi completamente a qualcuno che conosce il gioco e cercare di apprendere il più possibile da questa persona. Le varie leghe sparse per l’Italia aiutano molto sotto questo punto di vista.

Parliamo adesso un po’ dell’organizzazione degli eventi competitivi: chi ti ha seguito al mondiale sicuramente saprà dello sfortunato incidente di decklist che ti è capitato durante l’ultimo turno. Il tuo ovviamente non è stato il primo caso del genere né sarà l’ultimo, e la cosa ha fatto un po’ parlare tutta la community internazionale del TCG. Pensi che in futuro si troverà un modo per risolvere o comunque limitare questi problemi?

Si, trovarsi a perdere un mondiale per un errore di lista è una cosa che non auguro a nessuno. Ovviamente posso biasimare solo me stesso per questo errore che, chi ha giocato con me nel corso di questi anni lo sa bene, sono spesso stato avvezzo a fare. Ho sempre pensato che la decklist fosse uno strumento utile solo a punire i giocatori e non gli ho mai dato troppa importanza, finendo spesso a sbagliarla. Spero che in futuro si trovino strumenti migliori per il controllo dei mazzi anche se, ad oggi, non saprei proprio suggerirne…

Invece, per quanto riguarda la tu attività di streamer su Twitch, quali sono i tuoi piani per il futuro? Quali contenuti vuoi portare per questa nuova stagione competitiva?

Ho iniziato questa attività un mesetto circa prima del mondiale e ho riscoperto nel gioco online uno strumento potentissimo, molto utile per chi vuole testare tanti mazzi diversi in fretta. Nel corso di questo breve tempo ho cercato di essere quanto più utile possibile a chiunque avesse bisogno di liste o consigli, ma mai mi sarei aspettato di ricevere tutto il sostegno e l’affetto che la community italiana mi ha rivolto mentre ero in America. Mi sono piacevolmente commosso e mi ha spronato più che mai a continuare nel miglior modo possibile questa avventura. So bene di essere un principiante come intrattenitore, ma ho tanta esperienza da vendere come giocatore e spero di poter diventare un punto di riferimento, col tempo, per tutti quei giocatori interessati alla parte competitiva di questo gioco.

Riguardo appunto la nuova stagione e rotazione, hai già adocchiato qualche deck interessante?

Assolutamente si! Dopo ogni rotazione c’è sempre tantissimo da provare e sono pieno di idee che non vedo l’ora di testare. Da poco è uscito il primo video sul mio canale youtube che riguarda una versione aggiornata del Buzzwole/Garbodor che ho portato al mondiale. Uno dei tanti pilastri da prendere in considerazione in questo inizio di stagione.

Un’ultima domanda per i lettori che non conoscono il gioco: Perché consiglieresti il TCG di Pokémon a dei nuovi giocatori?

Il gioco di per se è semplice ed intuitivo da imparare, adatto ai grandi quanto ai piccoli, ed offre la possibilità a ciascuno di competere sotto diversi livelli di difficoltà: lo si può usare come semplice passatempo nella versione online, seguirlo attivamente nei tornei locali con le carte fisiche oppure addirittura scegliere di unirsi a quelli come me che ne preferiscono la parte più competitiva. È molto economico ed in continuo aggiornamento. Se posso permettermi di essere melenso, nel corso degli anni questo gioco mi ha permesso di avere un legame unico con la mia famiglia, con mio padre soprattutto, e mi ha permesso di costruire legami di amicizia che continuano a durare a distanza di quindici anni. Senza le persone che mi hanno accompagnato in questo cammino, e che continuano a farlo, probabilmente non sarei qui ora a raccontarvi di me e di questo bellissimo gioco. Dedicatevi con costanza alle carte che tenete in mano ma apprezzate ancora di più la persona seduta dall’altra parte del tavolo che vi guarda e che gioca con voi. È la vera essenza di questo gioco.

Ringrazio nuovamente Alessandro per la sua gentilezza e la sua disponibilità, e vi ricordo che potete trovarlo su Twitch , Youtube , Facebook , Instagram  e Twitter!


Appassionato di Pokémon sin dalla nascita, giocatore del TCG dal 2012 e Professore Pokémon. Quando non è impegnato nella creazione di deck anti-meta che funzionano esclusivamente nella sua testa, lo si può trovare ad ascoltare musica semi sconosciuta o a leggere fumetti cinesi scritti al contrario. Lo trovate anche su Facebook.

Autore: Andrea "Shu" Milano

Appassionato di Pokémon sin dalla nascita, giocatore del TCG dal 2012 e Professore Pokémon. Quando non è impegnato nella creazione di deck anti-meta che funzionano esclusivamente nella sua testa, lo si può trovare ad ascoltare musica semi sconosciuta o a leggere fumetti cinesi scritti al contrario. Lo trovate anche su Facebook.