Il progettista capo del Famicom spiega perché Nintendo è equiparabile agli sviluppatori indie

1 min.
25.11.2015
Notizie


Nintendo è uno degli editori di videogiochi più famosi ed importanti in circolazione, eppure si distingue parecchio dalla concorrenza, principalmente per la tipologia di prodotti che immette sul mercato: mentre le grosse software house odierne tendono sempre più a mettere in piedi produzioni grandi, costose, che tentano di essere più o meno realistiche e sempre più “cinematiche”, Nintendo continua a fare tutto il contrario, sviluppando titoli bizzarri come Splatoon, un gioco che a guardarlo (e a giocarlo) quasi sembrerebbe un “indie” (ovvero un gioco di produzione indipendente). Come mai? Ce lo spiega Masayaki Uemura, l’uomo che fu il progettista capo del Famicom/NES.

“Dal mio punto di vista, l’industria del videogioco è sempre stata dominata dagli indie perché l’idea dell’individuo in passato era assai cruciale al fine della produzione di giochi di successo. Quando si tenta di sfruttare al massimo le risorse della macchina, quelle grafiche e sonore, allora hai bisogno di più persone che lavorino per creare giochi. Ma ciò che più conta è il potenziale che ha l’individuo. Nintendo ha sempre agito in quel modo, siamo come gli indie.”

Fonte.