18 settembre 2018 • Notizia

Helix Chamber sta recuperando le pagine del pitch di “Capsule Monsters”

Il mondo dei Pokémon è pieno di sorprese, anche se ultimamente più sul suo passato che sul suo futuro. Come la demo di Pokémon Oro e Argento del 1997, e gli strampalati mostri presenti al suo interno, ora è il turno di Capsule Monsters, il primo pitch (ovvero il documento di presentazione usato dagli autori per proporre un progetto) di Pokémon che Satoshi Tajiri e Ken Sugimori presentarono a Nintendo nel 1990.

Il sito Helix Chambers ha ormai trovato quasi tutte le pagine del pitch, dalla copertina che mostra una versione primitiva della celebre battaglia “Nidorino contro Gengar” a una mappa di Kanto che come vediamo non è molto diversa da quella finale.

Tra l’altro il sito, aperto di recente, è fatto molto bene, vi consiglio di farci un giro se masticate l’inglese e vi interessa lo sviluppo dei primi giochi Pokémon.

Il recupero del pitch dei Capsule Monster (o “Capumon“) non è ancora arrivato a tutte le pagine, ma ci siamo quasi! La questione è molto interessante, sicuramente vi aggiorneremo quando le scan saranno complete. Intanto potete cliccare sul link sopra per vedere tutte le scan già effettuate.


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.