1 Dicembre 2019 • Guida

Guida al breeding per Pokémon competitivi in Pokémon Spada e Scudo

Con l’arrivo di una nuova generazione, c’è sempre una nuova ondata di persone che vogliono iniziare a giocare competitivo, ma non hanno idea di come fare. Bene, io sono qui per fugare i vostri dubbi, avendone avuto a che fare per qualche anno conosco le basi e posso insegnarvele con questa guida al breeding  per Pokémon Spada e Scudo.

Pokémon Spada e Scudo Galar Open Cover

Inoltre, stiamo svolgendo un torneo di Pokémon Spada e Scudo! Se la guida vi è stata utile, buttateci un occhio! In palio per il primo posto una copia di Ōkami HD, al secondo Onimusha Warlords. E in caso contrario, provateci lo stesso, potete usare le squadre a noleggio!

Un po’ di basi sui Pokémon

Come sicuramente sapete, i Pokémon possiedono statistiche, nature e abilità e tutte queste cose possono essere controllate dal giocatore mentre allena i propri compagni di vita. Iniziamo con le cose facili: le nature. A partire dalla terza generazione ci sono 25 nature, 20 delle quali aumentano una della statistiche e riducono un’altra del 10%, secondo la seguente tabella. In Spada e Scudo potete anche vedere questa cosa in base al colore, la statistica alzata è in rosso, quella abbassata in blu.

Passando alle abilità, invece, ogni Pokémon ne ha disponibili fino a tre, due normali e una nascosta. Queste hanno vari effetti, alcuni assolutamente inutili ai fini del competitivo, altri invece sono piuttosto ricercati. Quelle nascoste in particolare tendono a essere piuttosto utili, essendo anche le più rare. Una lista completa la potete trovare al seguente link.

E ora veniamo alla cosa complicata, le statistiche. Nonostante possano sembrare casuali, in realtà ognuna di queste è controllata da due valori, IV ed EV. Gli IV, meglio noti come Individual Values, variano da 0 a 31 e sono generati alla nascita del Pokémon, gli EV, anche conosciuti come Effort Values, invece sono 510 punti che possono essere distribuiti come si vuole, ma massimo 252 possono essere assegnati a una singola statistica.

Dopo aver vinto 6 battaglie alla Torre Lotta potrete vedere le IV dei vostri Pokémon nel box premendo il tasto +. Stellare vuol dire che ha 31 IV nella statistica corrispondente

Diversamente dagli IV, gli EV sono assegnati man mano che si sconfiggono Pokémon selvatici, ognuno assegna quantità diverse di EV a diverse statistiche. Se questo processo vi sembra lungo e tedioso non vi preoccupate, potete usare degli strumenti, quali le vitamine o le piume.

Il breeding

Veniamo ora al pezzo forte di questa guida, il breeding, ovvero l’allevamento. Dovete sapere che per avere un Pokémon pronto per il competitivo non basta catturarli in giro, dovete cercare quelli con 31 IV nelle statistiche (a parte casi particolari come Distortozona, dove avere 0 IV in velocità è conveniente), la natura corretta e l’abilità  giusta.

Questo è il Conkeldurr che ho catturato in un Raid, ha l’abilità nascosta (anche se purtroppo non è così utile) e 31 IV in 5 statistiche

È vero che potete trovare Pokémon del genere nelle Terre Selvagge e nei Raid, ma c’è un altro modo, ovvero fare uova usando la pensione, introdotta nella seconda generazione. Molti di voi sapranno che lasciando due Pokémon qui è possibile che esca un uovo, ammesso che i due siano di sesso opposto e che appartengano allo stesso gruppo uova.

La femmina determinerà la specie del nascituro, così come trasferirà la natura, se questa tiene la Pietrastante, e la propria abilità (80% di passare esattamente la stessa). Il padre invece può passare i propri IV in 5 delle 6 statistiche se tiene il Destincomune, mentre il sesto valore è determinato casualmente tra 0 e 31.

Per arrivare ad avere i tanto agognati 5 IV a 31 dovrete cambiare costantemente i Pokémon che avete lasciato alla pensione. Per esempio, se ne state usando uno con 3 statistiche a 31, quando ne troverete uno con 4 o anche 5 vi converrà sostituirlo, qualora questo sia maschio, per continuare a passare valori migliori.

Con Ditto è tutto più facile

Con Ditto invece tutta questo processo diventa molto più semplice. Infatti è possibile usare Ditto come padre indipendentemente dal sesso dell’altro genitore, e invece usare il Pokémon della specie desiderata per passare la natura ed eventuale abilità. Capirete quindi quanto sia importante avere dei Ditto con ottime IV, sicuramente uno con 6 statistiche con 31 IV, magari uno con 0 in velocità per eventuali team da Distortozona, come ho già detto prima.

Questo è il Lago Dragofuria, dove è facile trovare Ditto

Ma dove possiamo trovare questo genitore universale che ci sarà tanto comodo? È presto detto, Ditto infatti si trova facilmente presso il Lago Dragofuria, in particolare nelle zone di erba alta sul promontorio. La cosa migliore però sarebbe trovarlo in un Raid, dove è garantito che abbia molte statistiche a 31 IV.

Le mosse uovo

Incrociando Pokémon di specie diverse è inoltre possibile insegnare al nascituro mosse che non potrebbe apprendere salendo di livello o tramite MT o DT. Perché ciò accada è necessario che uno dei genitori conosca le mosse da tramandare al momento dell’accoppiamento. Inoltre, a partire da Spada e Scudo, due Pokémon della stessa specie possono insegnarsi  le mosse uovo a vicenda, a patto che il ricevente abbia uno slot vuoto. Per esempio se volete insegnare Pugnorapido a Conkeldurr vi serverà un Hitmonchan maschio che conosca la mossa e magicamente i nuovi Timburr avranno Pugnorapido.

Metodi alternativi non troppo consigliati

Il gioco propone delle alternative a questo metodo, come i tappi, utili a portare le statistiche a 31 IV, o le Mente, che invece cambiano la natura. Purtroppo questi oggetti sono piuttosto costosi, le Mente vengono 50 PL l’una, i Tappi d’argento 25 e quelli d’oro dovete sperare di trovarli con i Cercatori di Tesori delle Terre Selvagge o nei Raid. Questo vuol dire che dovrete fare parecchie battaglie alla Torre Lotte anche solo per un Pokémon, quindi vi conviene tornare ad allevare le creaturine alla vecchia maniera.

Infine, se ancora siete in dubbio sull’acquisto del nuovo gioco dei mostri tascabili, vi invito a leggere la nostra recensione del titolo, in modo da schiarirvi le idee.

Giocatore “competitivo” di Pokémon, passa la vita a fingere di studiare mentre gioca a Fire Emblem e si lamenta dei nuovi giochi della serie. Ha inoltre un grande problema, il cui nome è Xenoblade Chronicles.

Autore: Andrea "Andre4102" Diecidue

Giocatore "competitivo" di Pokémon, passa la vita a fingere di studiare mentre gioca a Fire Emblem e si lamenta dei nuovi giochi della serie. Ha inoltre un grande problema, il cui nome è Xenoblade Chronicles.