10 Gennaio 2019 • Notizia

Le vendite dei giochi Nintendo 3DS rallentano molto in Giappone

Con l’arrivo di Switch era inevitabile che il Nintendo 3DS, ormai vecchio di 8 anni, perdesse terreno e cominciasse ormai a morire. E così è successo in Giappone, dove le vendite dei titoli più recenti sono calate di molto.

Per esempio, Mario & Luigi: Viaggio al centro di Bowser + Le avventure di Bowser Junior, uscito poco dopo Natale in Giappone, ha venduto poco più di 9.000 copie nella prima settimana, mentre l’ultimo capitolo della saga, Mario & Luigi: Paper Jam Bros. ha venduto più di 5 volte tanto nello stesso periodo del 2015.

Lo stesso si può dire per il remake di Luigi’s Mansion, che negli ultimi due mesi ha venduto appena 80.000 copie in Giappone, nonostante la fama della serie e l’hype per un possibile terzo capitolo su Switch. Inoltre sembra che al lancio abbia venduto solo il 20% delle copie spedite, insomma un brutto colpo per la console, specie se consideriamo il fatto che Luigi’s Mansion 2 ha venduto 500.000 copie in poco meno di un mese solo in Giappone.

Chissà se Nintendo si è accorta di questa cosa o vuole continuare a vendere tre copie di ogni gioco 3DS? Forse no visto che continua a propormi sconti per i giochi Wii U a ogni compleanno.

Fonte: NintendoLife


Giocatore “competitivo” di Pokémon, passa la vita a fingere di studiare mentre gioca a Fire Emblem e si lamenta dei nuovi giochi della serie. Ha inoltre un grande problema, il cui nome è Xenoblade Chronicles.

Autore: Andrea "Andre4102" Diecidue

Giocatore "competitivo" di Pokémon, passa la vita a fingere di studiare mentre gioca a Fire Emblem e si lamenta dei nuovi giochi della serie. Ha inoltre un grande problema, il cui nome è Xenoblade Chronicles.