10 novembre 2018 • Notizia

In futuro, Team Cherry vuole rilasciare una versione fisica di Hollow Knight su Switch

Per ora però il progetto di farlo è saltato

L’uscita di una versione fisica di Hollow Knight, apprezzatissimo indie ad opera del Team Cherry era prevista su Nintendo Switch per la primavera del 2019: purtroppo però, al momento non sarà più così.

Il publisher che doveva occuparsi originariamente del progetto, Skybound Games, ha infatti tweettato che non ci avrebbero più lavorato su, augurando ogni bene possibile al Team Cherry.

Ad ogni modo, pare che il sogno di avere una copia di Hollow Knight per Switch sui propri scaffali non sia comunque destinata a restare in un cassetto per sempre: a dircelo è proprio il team di sviluppo.

“Oggi saremo brevi, ragazzi.

Ci dispiace moltissimo, ma dobbiamo annunciare la cancellazione del rilascio di una versione fisica di Hollow Knight e la fine del nostro sodalizio con Skybound Games.

Essendo un team composto da sole tre persone, lavorare ad un rilascio fisico del gioco, pur col grande aiuto di Skybound, si è rivelato un compito più gravoso di quanto sia possibile per noi sopportare.

In futuro, però, cercheremo di trovare il modo di rilasciare comunque il gioco in questo formato, seppur in quantità ridotte.

Vogliamo infine ringraziare Skybound per la grandissima opportunità concessaci, e per tutta la loro professionalità ed il loro affetto per la causa.”

Fonte: NintendoSoup


Studente liceale amante delle arti canoniche tanto quanto del medium videoludico, ha deciso di unire assieme le due cose e dare la sua personalissima lettura al mondo dei videogiochi: non che ci si aspettasse diversamente da qualcuno che fa discorsi filosofici sulla trama di Drawn to Life 2. Quando non scrive, disegna, e quando non disegna è probabile che stia giocando a qualche RPG di bassa qualità per poi scriverci e/o disegnarci a riguardo, ovviamente.

Lo trovate su Facebook e YouTube.

Autore: Luigi "Enpitsu" Riccio

Studente liceale amante delle arti canoniche tanto quanto del medium videoludico, ha deciso di unire assieme le due cose e dare la sua personalissima lettura al mondo dei videogiochi: non che ci si aspettasse diversamente da qualcuno che fa discorsi filosofici sulla trama di Drawn to Life 2. Quando non scrive, disegna, e quando non disegna è probabile che stia giocando a qualche RPG di bassa qualità per poi scriverci e/o disegnarci a riguardo, ovviamente. Lo trovate su Facebook e YouTube.