First Playable Fund: il Governo italiano approva un fondo per aiutare gli sviluppatori indie

1 min.
20.05.2020
Notizie


First Playable Fund è il nome del fondo approvato oggi in Gazzetta Ufficiale come parte del Decreto Legge Rilancio del Governo italiano. Si tratta di un importante fondo dedicato agli sviluppatori di videogiochi indipendenti italiani.

Come spiega il Sole 24 ORE, il fondo stanzierà 4 milioni di euro per aiutare gli studi italiani con la pre-produzione e la creazione di tech demo da presentare ai publisher. Le modalità esatte saranno rese note in seguito dal Ministero dello Sviluppo Economico, ma già da ora IIDEA (Italian Interactive Digital Entertainment Association) spiega:

Il First Playable Fund approvato con il DL Rilancio prevede una dotazione finanziaria iniziale di 4 milioni di euro per il 2020. Sarà destinato a sostenere le fasi di concezione e pre-produzione dei videogiochi, necessarie alla realizzazione di prototipi, tramite l’erogazione di contributi a fondo perduto, riconosciuti nella misura del 50 per cento delle spese ammissibili, e per un importo compreso dai 10.000 euro e 200.000 euro per singolo prototipo.

Per chi non ci capisce niente, come me, fondo perduto significa che gli studi non dovranno restituire i soldi ricevuti. Con “spese ammissibili” si intende l’acquisto di hardware e software per esempio, o anche licenze per motori grafici.

Non possiamo che essere contenti di questa spinta agli sviluppatori nostrani, e speriamo che questo porti a indie di qualità da giocare anche sui nostri Switch!

Fonti: Il Sole 24 ORE, IIDEA