10 novembre 2018 • Notizia

Finché ci sarà domanda, Nintendo continuerà a vendere Nintendo 3DS

I russi dicevano che Rasputin fosse immortale: noi diciamo che ad esserlo, immortale, è il Nintendo 3DS, che non accenna a finire il suo ciclo vitale.

A rendercene partecipi è sempre il presidente di Nintendo Shuntaro Furukawa, durante il ben noto recente Q&A:

“La domanda per Nintendo 3DS è costituita, al momento, da giocatori che provano i titoli per la prima volta. Questa domanda da parte dei neofiti non potrà che aumentare vicino Natale, dunque vogliamo massimizzare le vendite durante quel periodo. Dal punto di vista regionale, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, le vendite in Giappone sono calate, ma del resto qui è dove il Nintendo 3DS si è diffuso per primo e meglio, dunque i mercati a cui puntare sono altri.

Per quanto riguarda il futuro delle nostre console portatili, è vero che Nintendo Switch è una console sostanzialmente portatile, ma il Nintendo 3DS ha dalla sua parte dimensioni e costi più ristretti. Per ora le due console stanno coesistendo, dunque il nostro lavoro procederà in parallelo per entrambe. Finché ci sarà domanda, continueremo a vendere Nintendo 3DS.”

Ottima notizia, credo. Adesso però, Furukawa, rilasciaci il remake di Mario&Luigi Fratelli nel Tempo su 3DS, grazie.

E Mother 3.

Fonte: GoNintendo


Studente liceale amante delle arti canoniche tanto quanto del medium videoludico, ha deciso di unire assieme le due cose e dare la sua personalissima lettura al mondo dei videogiochi: non che ci si aspettasse diversamente da qualcuno che fa discorsi filosofici sulla trama di Drawn to Life 2. Quando non scrive, disegna, e quando non disegna è probabile che stia giocando a qualche RPG di bassa qualità per poi scriverci e/o disegnarci a riguardo, ovviamente.

Lo trovate su Facebook e YouTube.

Autore: Luigi "Enpitsu" Riccio

Studente liceale amante delle arti canoniche tanto quanto del medium videoludico, ha deciso di unire assieme le due cose e dare la sua personalissima lettura al mondo dei videogiochi: non che ci si aspettasse diversamente da qualcuno che fa discorsi filosofici sulla trama di Drawn to Life 2. Quando non scrive, disegna, e quando non disegna è probabile che stia giocando a qualche RPG di bassa qualità per poi scriverci e/o disegnarci a riguardo, ovviamente. Lo trovate su Facebook e YouTube.