7 Aprile 2019 • Notizia

Le vittorie di Nintendo ai Famitsu Awards 2018

Si sono pochi giorni fa tenute le premiazioni dei Famitsu Awards 2018, i giochi del 2018 più amati dai lettori della celeberrima rivista giapponese.

Qui sotto potete vedere lo stream completo, ma continuate a leggere per un riassunto delle vittorie di Nintendo.

A vincere il premio “Gioco dell’anno” sono stati a pari merito Super Smash Bros. UltimateMonster Hunter “niente Switch” World.

Premi per l’eccellenza sono andati a Octopath Traveler (la presto-forse-non-più-esclusiva), di nuovo Smash Ultimate, Dragon Quest Builders 2, (sigh) Let’s Go Pikachu/Eevee e (strasigh) Fortnite.

Inoltre, Octopath ha vinto il “Rookie Award” (che presumo sia il premio per le nuove IP, boh) e il premio alla miglior musica. Kirby è stato eletto personaggio dell’anno, Capcom miglior sviluppatore (i giorni di Crapcom sono finiti?) e Masahiro Sakurai il premio “MVP” (Most Valuable Player, ndr).

Tra l’altro, ritirando il premio, Sakurai ha affermato che Joker arriverà “presto”. Ancora niente data, ma “presto”. Meglio di un rinvio, I guess.

Allora, che ne pensate della strana ossessione dei giapponesi per Fortnite?

Fonte: Japanese Nintendo


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.