27 Marzo 2019 • Notizia

Electronic Arts licenzia 350 impiegati, chiudono studi in Giappone e Russia

Electronic Arts, per gli amici EA, per gli altri “l’azienda più odiata della storia dei videogiochi”, ha effettuato dei tagli al personale in varie divisioni, licenziando circa 350 persone.

Nell’email agli impiegati scritta dal CEO di EA, Andrew Wilson, si scrive che è stato necessario per velocizzare le decisioni nel marketing e nella pubblicazione, e cambiare alcune strategie internazionali, tra cui la chiusura di numerosi uffici in Russia e Giappone. Tutto questo per diventare “the World’s Greatest Game Company” (parole loro).

La situazione non è così male come sembra, visto che gli impiegati riceveranno una liquidazione (meglio di Telltale quindi) e questi tagli erano attesi fin da ottobre. Un impiegato ha detto a Kotaku Australia: “Molti di noi sono felici di non essere più nel limbo”.

Fonte: Kotaku


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.