19 Giugno 2018 • Notizia

Dragon Quest XI per Switch “ha ancora bisogno di molto lavoro”

Dragon Quest XI per Nintendo Switch è diventato quasi un’utopia, un sogno irrealizzabile… scherzi a parte, molti fan sono stati delusi quando è stato annunciato che la versione Switch del nuovo capitolo di Dragon Quest sarebbe arrivata in ritardo.

La testata online Polygon ha recentemente intervistato il director del gioco, Takeshi Uchikawa, e i due produttori Hokuto Okamoto e Hikari Kubota, riguardo al ritardo di Dragon Quest XI per Switch.

L’utente Nirolak di ResetEra ha raccolto per noi i punti salienti della breve intervista, diamoci un’occhiata.

Il titolo e sottotitolo della pagina di Polygon recitano:

Dragon Quest 11 su Switch deve risolvere ancora molte cose
Il team sa che volete la versione Switch, ma vi prega di smettere di chiederla

Altri stralci dall’intervista:

Lo stiamo facendo, dice Okamoto, lo stiamo ancora facendo. Non posso dire altro.

Quando l’abbiamo annunciato per la prima volta, lo Switch non era ancora uscito, e neanche il kit di sviluppo era definitivo. Ancora non si sapevano le specifiche hardware, ma noi ci dicevamo: “Ce la possiamo fare, possiamo metterlo su Switch”.

Non possiamo dire quando Okamoto e compagnia avranno finito di sistemare queste “molte cose” prima del lancio su Switch. In effetti, Okamoto, attraverso un traduttore, mi ha gentilmente chiesto di smettere di chiedere quando uscirà Dragon Quest 11 su Switch, mentre continuavo a incalzarlo per avere risposte.


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.