Doug Bowser commenta i rumor su “Nintendo Switch Pro”

3 min.
17.12.2020
Notizie


Continua l’intervista di Polygon a Doug Bowser, presidente di Nintendo of America. In questa parte gli viene chiesto conto della scarsa potenza di Nintendo Switch paragonato alla concorrenza, soprattutto con la nuova generazione di console, e dei rumor riguardanti una possibile revisione di Switch più potente, il tanto favoleggiato “Switch Pro”.

P: Ne abbiamo parlato un po’ prima, riguardo all’impatto del COVID sulla lineup di quest’anno, e credo che si sia notato. Non direi mai che la lineup festiva di Nintendo sia scarna. Ma, confrontandola con il 2019, che aveva Link’s Awakening, Luigi’s Mansion 3, Pokémon… quest’anno è molto diverso. Certo, Pikmin 3 è un ottimo gioco, Hyrule Warriors [L’era della calamità] anche, Mario Kart Live: Home Circuit anche… ma non si è visto “il” gioco first party grosso. E capisco che i ritardi succedono, soprattutto per via del COVID.

Ma so che ci sono state delle voci secondo cui Nintendo starebbe trattenendo dei titoli in vista di certi aggiornamenti futuri dell’hardware. Mi chiedevo se è qualcosa che avete mai considerato, tipo: “Ehi, se migliorassimo l’hardware così e così, magari avremmo una lineup forte.”

B: La mia risposta è, mentre siamo nel quarto anno di Switch, vedo ancora un grande slancio. La piattaforma piace a una vasta gamma di consumatori. Quest’anno, soprattutto, il pubblico femminile di Switch si è molto allargato.

Abbiamo presentato non solo giochi come Animal Crossing: New Horizons, ma anche Hades, Minecraft Dungeons, Ori and the Will of the Wisps… Abbiamo molti contenuti che piacciono ai giocatori, e non devono per forza essere AAA.

Ma i giochi AAA passati stanno ancora andando molto bene. Alcuni giochi che ancora oggi vengono comprati insieme alla console Nintendo Switch sono Mario Kart 8 Deluxe, The Legend of Zelda: Breath of the Wild e Super Mario Odyssey. Quel catalogo è ancora fresco e nuovo per i nuovi acquirenti di Nintendo Switch.

Con un catalogo di oltre 4000 giochi disponibili e le vendite della console che vanno molto molto bene – forse hai visto i numeri di ottobre, abbiamo venduto 735.000 console, un aumento del 136% rispetto all’anno scorso. Novembre andrà altrettanto bene, non posso rivelare i numeri esatti perché ne stanno discutendo in questo momento, ma credo sia andato molto bene, con il Ringraziamento, il Black Friday e il Cyber Monday.

Comunque, i giochi continueranno a uscire, come ho menzionato prima, nel corso dell’anno. Molti sono in arrivo, e li faremo uscire quando sono pronti e quando avremo grandi esperienze di gameplay. Nel frattempo, continueremo ad appoggiarci sul nostro forte catalogo per questa stagione.

P: Le voci su uno “Switch Pro” vanno avanti da anni ormai. Inizialmente si pensava che sarebbe uscito insieme a Switch Lite, ma non è successo. Al giorno d’oggi, parlare della potenza dell’hardware è di gran moda. Nintendo non è mai stata tipo da spingere l’hardware, ma a questo punto uno schermo portatile da 720p inizia a stare un po’ stretto. Come funzionerà con la storica strategia di Nintendo di migliorare l’hardware dopo, diciamo, tre o quattro anni?

B: Ok, c’erano diverse domande qui, andiamo con ordine. Anzitutto, guardiamo sempre la tecnologia. La tecnologia si evolve e cambia di continuo. Guardiamo sempre le nuove tecnologie ci chiediamo: “Come può questo migliorare l’esperienza di gameplay?” Che sia sulla console attuale o su una futura, siamo sempre attenti.

Ma abbiamo anche visto, ne abbiamo appena parlato, che lo slancio di Switch e Switch Lite nel quarto anno è ancora forte. Crediamo di star cambiando la traiettoria del ciclo vitale di una normale console. E continueremo, per il prossimo futuro, ad appoggiarci a entrambe le piattaforme e al loro contenuto, perché è la relazione simbiotica a fare la differenza. Per questo Nintendo Switch è così diverso.

Anzitutto, il concetto base – una console che puoi giocare sia a casa sulla TV che portare in giro e giocare virtualmente ovunque – è e rimane unico nell’industria. Il modo in cui noi e i nostri partner creiamo giochi per la piattaforma, e l’esperienza che si vive giocando, è quello che importa. Quindi continueremo così per quello che sarà il quinto anno di Nintendo Switch. Come ha detto il signor Furukawa nel briefing aziendale, pensiamo di essere a metà del ciclo vitale della piattaforma.

P: Quindi, tornando alla mia domanda, grazie al successo di Switch e Switch Lite potete prendervela più comoda con l’hardware che, se le cose non andassero così bene, dovreste aggiornare prima?

B: Ci permette di gestire in modo diverso il ciclo vitale. Credo che sia il modo più semplice per dirlo. Al momento, con lo slancio che abbiamo, ci concentreremo sulle piattaforme esistenti.