Doug Bowser affronta la questione del drifting dei Joy-Con

1 min.
17.12.2020
Notizie


L’intervista di Polygon a Doug Bowser finalmente tocca il tasto dolente del drifting dei Joy-Con, problema tanto per i giocatori quanto per Nintendo, visto il numero di cause legali che gli ha portato. Vediamo cos’ha da dire in proposito.

Polygon: Vorrei parlare un po’ del – so che è quasi una parolaccia – drifting dei Joy-Con. Nintendo ha una lunga reputazione di hardware di ottima qualità, ma questo problema non è sparito. So che offrite riparazioni gratuite a chi vi spedisce i Joy-Con, ma sinceramente questo mi sembra un po’ come metterci un cerotto. Volevo sapere, a lungo termine, ci sono piani per migliorare l’hardware in modo che, quando una persona compra un nuovo Nintendo Switch non debba stare a pensare: “Ehi, dovrò mandare i Joy-Con a riparare ogni sei mesi”?

Doug Bowser: Prima di tutto, vogliamo che i consumatori abbiano un’ottima esperienza con Nintendo Switch e con i giochi. Quello è di estrema importanza per noi. La nostra missione è far sorridere la gente, e vogliamo essere sicuri che succeda. Se i clienti hanno problemi con l’hardware e/o il software, vogliamo che ci contattino e lavoreremo per sistemare il problema il prima possibile.

Riguardo ai Joy-Con in particolare, stiamo lavorando con i consumatori se e quando hanno problemi, con sostituzioni o riparazioni. Quando ripariamo, controlliamo sempre cosa sta venendo mandato e per quali motivi. Senza entrare nei dettagli, questo ci dà l’opportunità di migliorare andando avanti.