5 Agosto 2019 • Sito

Doomed Inc. vi presenta “Acid fear” di Gabriele Ferreccio, studente presso Event Horizon

Concludiamo la nostra attività Doomed Inc. con l’ultima nostra produzione, nonché l’ultima degli studenti di Event Horizon. Il livello di oggi, intitolato Acid fear, è stato realizzato da Gabriele Ferreccio, il quale ringraziamo (insieme a Gianluca “Gianshulka” Bonamigo) per averci permesso di attuare questa nostra iniziativa. Ancora una volta, grazie.

Il livello da lui creato (ID: PG5-JLS-L4G) è senza mezzi termini rivolto ad una categoria specifica di giocatori: gli speedrunner. Salti al millimetro e occhi ben attenti saranno i vostri migliori amici per questa sfida al cardiopalma. Attenti a non cadere!

Ciao sono Gabriele Ferreccio, programmatore di Event Horizon school ma mi diletto nello studio del Game design.

Ho voluto provare a creare un livello speedrun.
La particolarità del livello risiede nell’acido che periodicamente sale e scende. Solitamente i giocatori sono portati ad aspettare il momento giusto per attraversare le parti dove arriverà il veleno, ma qui non è possibile farlo a causa del poco tempo a disposizione.
Il giocatore dovrà riuscire a combattere la sua paura dell’acido, solo così potrà completare il livello in tempo.

Riuscirete a completarlo?

Grazie per averci seguito! E mi raccomando, continuate a costruire, inventare ma soprattutto… giocare!


Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l’addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l’internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest’ultimo non lo usa mai).

Autore: Filippo "Flippoh" Corso

Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l'addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l'internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest'ultimo non lo usa mai).