24 settembre 2018 • Notizia

Il creatore di Katamari Damacy non ha amato Zelda e Mario su Switch

Con l’annuncio di Katamari Damacy Reroll su Nintendo Switch, è rinato l’interesse per quel pazzoide del suo creatore, Keita Takahashi.

L’uomo, classe 1975, nel 2011 si era temporaneamente ritirato dall’industria videoludica per diventare un designer di parchi giochi. Ora però, è tornato, e il suo ultimo gioco, Wattam, uscirà nel corso di quest’anno su Steam e PS4.

A proposito di questo Takahashi è stato intervistato da US Gamer al PAX West, tenutosi alla fine del mese scorso, e ha condiviso la sua opinione sui due capolavori per Nintendo Switch The Legend of Zelda: Breath of the Wild Super Mario Odyssey.

In quanto creatore di alcuni dei giochi più vivaci mai fatti, Takahashi sente il peso della negatività più di tutti noi. Nemmeno alcuni dei giochi più amati del 2017 sono riusciti a tirarlo su di morale. Di recente ha comprato un Nintendo Switch per giocare a Super Mario Odyssey e The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Al contrario di molti membri dell’industria, i giochi l’hanno deluso. “Non mi ha divertito” dice di Zelda. Afferma che “il gap tra la storia e il sistema” ha disturbato il suo divertimento. “Mi ha dato fastidio e ho smesso di giocarci. Poi Mario, ero così eccitato per il nuovo Mario ma…” fa un movimento verso il basso con la mano e ride, “Una volta finito Mario, ho spento lo Switch e non l’ho più riacceso. Ma finalmente ho recuperato The Last Guardian. È bello. So che alcuni si sono lamentati, ma io rispetto molto il signor Ueda [Fumito Ueda, director dei tre giochi del Team ICO]”.

Ciononostante, Katamari Damacy Reroll arriverà sull’ibrida Nintendo, il 30 novembre su eShop e successivamente in formato fisico.

Fonte: Nintendo Life


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.