Cooking Mama: Cookstar, il gioco più misterioso del momento

3 min.
06.04.2020
Notizie


Ecco un argomento perfetto per quei video sui lost media mezzi creepy mezzi no, dei quali, lo ammetto, sono segretamente un avido spettatore. Che fine ha fatto Cooking Mama: Cookstar? Secondo le ultime notizie, sarebbe dovuto uscire a marzo 2020, ma non si è visto. E se io vi dicessi che in realtà è uscito… ma solo in America per qualche ora?

Joe Skrebels di IGN ha scritto un pezzo con tutto quello che conosciamo finora su questo misterioso gioco della fortunata serie, e basta leggerlo un po’ per capire che qualcosa non quadra.

Il silenziosissimo Twitter del gioco (senza spunta blu) ha pubblicato questo trailer di lancio il 26 marzo, dicendo che il gioco era disponibile su Nintendo eShop, cosa che non è. Anzi, forse sì. Nel corso della settimana passata, pare sia stato caricato sull’eShop americano ma rimosso dopo poche ore, mentre le copie fisiche sono state trovate solo in alcuni esercizi della catena Target, oltre che in Australia. In Europa, invece, il gioco pare completamente inottenibile. Comunque, esiste, e alcuni video di gameplay sono stati già caricati.

Cooking Mama: Cookstar esiste in teoria anche per PlayStation 4, come si vede sul sito del distributore europeo, i nostri amici di Koch Media, ma nemmeno lì si può trovare sugli store ufficiali. Il gioco, inizialmente trapelato tramite gli organi di valutazione (cosa che, se seguite queste pagine, sapete non essere rara), era poi stato visto con un trailer leak: un video di YouTube non elencato, con una data di lancio sbagliata e che reindirizzava a un sito inesistente.

Un altro mistero è chi abbia fatto questo gioco. Non sono stati gli autori originali della serie Cooking Mama, Office Create, visto che il loro nome non appare da nessuna parte sulla scatola e il gioco non è menzionato nel loro sito. Sulla scatola europea (non è uscito ma si può vedere sul sito di Koch Media) ed australiana della versione Switch (e solo di quella) appare il logo di una tale Planet Entertainment. Eppure né loro, né la loro compagnia madre Planet Digital affermano di essere sviluppatori, solo distributori. Cercare su Google Maps l’indirizzo della sede di Planet Entertainment porta solo a una casa di campagna nel Connecticut. Inoltre, l’account Twitter di Planet Digital non posta più nulla da febbraio 2019, e il sito ufficiale ha attivamente cancellato tutti i post che parlavano di Cooking Mama: Cookstar.

Ma ora parliamo dell’elefante arrosto nella stanza: la questione criptovalute. Poche ore fa ha iniziato a girare per Internet questa immagine:

Cooking Mama: Cookstar Bitcoin

Davvero Cooking Mama: Cookstar usa i dati del vostro Switch per fare mining di criptovalute? Mama non sta pelando solo le patate, ma anche la potenza del vostro hardware? Per rispondere semplicemente, non ci sono prove che questo sia vero. Le uniche fonti sono post a caso di 4chan spuntati dal nulla, e sappiamo quanto sono affidabili quelli.

Ma è possibile che chi ha inventato questa voce si sia ispirato a un vero aspetto molto strano (perché finora era normalissimo) di questo gioco. L’anno scorso, i comunicati stampa riguardanti Cooking Mama: Cookstar parlavano tutti fieri non solo di una modalità vegetariana che sarebbe valsa agli sviluppatori il plauso della PETA, ma anche di una tecnologia di blockchain, la prima di quel tipo su un gioco per console. Questa e tante altre espressioni che non capisco sono spiegate abbastanza bene in questo articolo pubblicato prima che il gioco diventasse un caso mediatico. In poche parole, questa tecnologia rende ogni copia del software del gioco diversa dalle altre, sarà possibile rivenderla e dimostrare più chiaramente che è stata comprata e non rubata. In un gioco di Cooking Mama.

Il fatto che la tecnologia blockchain è stata usata, ai suoi albori, proprio come libro mastro della neonata Bitcoin, può aver fomentato questa voce su Cooking Mama la ladra di criptovalute. Mentre scrivevo questa notizia, poi, qualcuno ha pubblicato i risultati della sua ingegneria inversa sul gioco, e… Cookstar non ha nessuna tecnologia blockchain né tantomeno di mining di criptovalute all’interno del codice. Fake news, everybody!

Ma la cosa più strana di tutte è che Cookstar è… solo un gioco di Cooking Mama. Non ci sono messaggi subliminali, né ARG, né fantasmi che infestano la cartuccia… solo innocui minigiochi di cucina, e pure con una grafica caccosetta per il 2020.

Verremo mai a capo di questo mistero? O l’esistenza Cooking Mama: Cookstar sarà presto rimossa da ogni fonte digitale, con le poche copie fisiche vendute a peso d’oro? Il 2020 continua a rivelarsi l’anno più senza senso della storia dell’umanità.

Fonti: IGN, ResetEra