27 agosto 2018 • Notizia

CEDEC 2018: Miyamoto parla delle sfide degli sviluppatori di videogiochi

Arrivano nuovi dettagli sulla conferenza tenuta da Nintendo durante il CEDEC 2018, nella quale si è anche parlato dell’interfaccia minimalista di Switch. Shigeru Miyamoto ha affrontato una serie di argomenti, i cui punti salienti sono stati riassunti qui di seguito.

La sfida di rendere divertente il gioco dando libertà ai giocatori e degli obiettivi da raggiungere

  • È importante che i giocatori abbiano la possibilità di realizzarsi degli obiettivi da sé.
  • Con la creazione del Famicom, Miyamoto ha capito che gli sviluppatori potevano anche non dare degli obiettivi predeterminati.
  • Uno dei primissimi videogiochi Nintendo che ha affrontato questo aspetto fu Super Mario 64.
  • Il piano originale era di far proseguire il gioco dopo aver ottenuto una stella.
  • Alla fine non è andata così, ma l’idea è stata finalmente realizzata in Super Mario Odyssey.
  • Miyamoto è stato molto stupito dalla libertà che Minecraft dava al giocatore, nonché dalla possibilità di condividere la mappa con altri.
  • Aveva visto un video su Youtube di qualcuno che aveva realizzato un intero minimarket su Minectaft.
  • L’obiettivo di Super Mario Maker era quello di dare al giocatore la libertà di creare, e di mostrare che la creazione stessa è divertente.

Lo sviluppo trial-and-error di Super Mario Run

  • Nintendo voleva che più gente possibile giocasse ai loro titoli, e per questo hanno iniziato a svilupparne su mobile.
  • Super Mario Run distilla la formula di Super Mario nelle due semplici azioni di salto e corsa.
  • Il gioco inizialmente sarebbe dovuto diventare sempre più difficile e soddisfacente da completare.
  • Molti giocatori hanno trovato Super Mario Run troppo impegnativo, e queste lamentele hanno portato alla creazione della modalità Remix 10.
  • Miyamoto pensa che lui e il team di sviluppo avrebbero dovuto rendere il gioco più simile alla modalità Remix 10 sin dall’inizio.
  • La decisione di avere un singolo acquisto per l’intero gioco è stata fatta in anticipo.
  • Miyamoto era stato sorpreso dalla reazione del pubblico a Pokémon GO.
  • Aveva dei dubbi sul gameplay, poiché sembrava troppo semplice per un gioco per smartphone.
  • Non aveva capito il valore di quella simplicità, e adesso la apprezza.

Le sfide di un game designer

  • Miyamoto ha condiviso un promemoria scritto da sé stesso in passato, chiamato “L’anatomia dei problemi di un game designer”.
  • Era una lista di problemi che succedono dopo che lo staff e i tester mostrano critiche e dubbi sul game design:
  1. Tutti dicono che non è divertente.
  2. Anche tu stesso non ne sei più sicuro, quindi decidi di trovare nuovi concetti.
  3. Per trovare nuovi concetti ci vuole tempo. Inizi a essere frustrato.
  4. Anche dopo aver visto i risultati, i non sembra divertente -> ritorna parzialmente al punto 2
  5. Inizi a pensare a varie idee, e ora non riesci a mettere insieme gli elementi.
  6. Non potendo unire il tutto, non può diventare un’idea buona. Diventi ancora più frustrato, e il tuo pensiero diventa meno flessibile.
  7. Torna al punto 1.
  • Miyamoto dice che il miglior modo di affrontare questi problemi è di “ringraziare gli altri per le loro opinioni severe”.
  • Dice anche di rispondere in maniera positiva a qualunque critica, indipendentemente da come la si riceve.
  • Non è solo un problema tecnico, ma anche del modo di pensare, e questo aiuta a motivarsi.

Fonte: GoNintendo


Studente fuorisede e (sedicente) appassionato di RPG, in particolare Dragon Quest e Fire Emblem. Passa più tempo a cercare di recuperare vecchi giochi che a provarne di nuovi. Quando non scrive articoli, probabilmente sta perdendo tempo all’arena dei mostri per ottenere la spada Falcon.
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Dario "Spiky" Vetrano

Studente fuorisede e (sedicente) appassionato di RPG, in particolare Dragon Quest e Fire Emblem. Passa più tempo a cercare di recuperare vecchi giochi che a provarne di nuovi. Quando non scrive articoli, probabilmente sta perdendo tempo all'arena dei mostri per ottenere la spada Falcon. Lo trovate su Facebook e Twitter.