15 Dicembre 2018 • Notizia

Capcom spiega il perché della rimozione della “stasi da porta” in Mega Man 11

La nostalgia per i giochi dell’era NES, si sa, è fatta di piccole cose e, molto spesso, grande affetto per dettagli stupidi, figli dei limiti del loro tempo. Un ottimo esempio sarebbe l’amore dei fan di Mega Man per una peculiare caratteristica di tutti i titoli fino al 10: il bloccarsi a mezz’aria di Mega Man se questi impattava durante un salto contro la porta di un boss, peculiare caratteristiche che, però, è stata rimossa in Mega Man 11.

A spiegarci perché è Kazuhiro Tsuchiya ai microfoni di Game Informer. Pare infatti che, data la presenza di porte a scorrimento orizzontale nel titolo, gli sviluppatori abbiano deciso di rendere omogenei i movimenti del protagonista attraverso tutte le porte, dandogli una posizione standard.

Soddisfatti di questa spiegazione? No, perché pare che ai fan non sia proprio andata giù e già da molti è stata etichettata, banalmente, come “cazzata”: speriamo che magari Capcom anche stavolta accolga le lamentele de fan!

Fonte: GoNintendo


Studente liceale amante delle arti canoniche tanto quanto del medium videoludico, ha deciso di unire assieme le due cose e dare la sua personalissima lettura al mondo dei videogiochi: non che ci si aspettasse diversamente da qualcuno che fa discorsi filosofici sulla trama di Drawn to Life 2. Quando non scrive, disegna, e quando non disegna è probabile che stia giocando a qualche RPG di bassa qualità per poi scriverci e/o disegnarci a riguardo, ovviamente.

Lo trovate su Facebook e YouTube.

Autore: Luigi "Enpitsu" Riccio

Studente liceale amante delle arti canoniche tanto quanto del medium videoludico, ha deciso di unire assieme le due cose e dare la sua personalissima lettura al mondo dei videogiochi: non che ci si aspettasse diversamente da qualcuno che fa discorsi filosofici sulla trama di Drawn to Life 2. Quando non scrive, disegna, e quando non disegna è probabile che stia giocando a qualche RPG di bassa qualità per poi scriverci e/o disegnarci a riguardo, ovviamente. Lo trovate su Facebook e YouTube.