Capcom Arcade Stadium: rimosso il simbolo del Sole Nascente da Street Fighter II

1 min.
21.02.2021
Notizie


La nuova raccolta di classici Capcom Arcade Stadium per Nintendo Switch presenta un’interessante censura in uno degli scenari di Street Fighter II.

Lo scenario personale del lottatore E. Honda, il bagno pubblico Edo no Yu, ha sempre avuto sullo sfondo un murale raffigurante il monte Fuji, il Ritratto di Otani Oniji III come il servitore Edobei di Toshusai Sharaku e a completare il quadretto un enorme simbolo del Sole Nascente.

Il fatto è che, con il passare degli anni, il mondo si è reso sempre più conto delle implicazioni di quel simbolo: visto che era la bandiera del Giappone nel periodo della seconda guerra mondiale, in molti paesi dell’Asia è associato con l’imperialismo e militarismo giapponese di quel periodo. Insomma, per un cinese o un coreano quel simbolo è l’equivalente di una svastica gigante.

Capcom si era già accorta del problema: infatti nella versione dello scenario apparsa in Street Fighter V: Arcade Edition, il simbolo è stato sostituito da un normale sole tondo senza raggi, come quello dell’attuale bandiera giapponese. In Capcom Arcade Stadium, invece, hanno preferito toglierlo completamente per lasciare uno spazio bianco.

Fonte: IGN Italia