16 Gennaio 2019 • Recensione

Battle Princess Madelyn (Nintendo Switch) – RECENSIONE

Chi di voi mi conosce sa che sono un appassionato di RPG, e chi mi conosce ancora meglio sa che sono un completo impedito nei platform. Di conseguenza vi starete chiedendo perché io recensisca Battle Princess Madelyn, un platform bidimensionale sulla falsa riga di Ghosts ‘n Goblins. Me lo sono chiesto anch’io, ma procediamo.

Il gioco si apre con una scena con una bambina di nome Madelyn che salta la scuola per malattia e suo nonno che le racconta una storia per farle passare il tempo. La storia parla di una principessa sua omonima che un giorno si ritrova a dover salvare la sua famiglia da un malvagio stregone che l’ha rapita. E ha anche ucciso il cagnolino, sto infame!

Una cosa che mi è piaciuta molto è linguaggio adottato dai vari personaggi, che cerca di essere il più ggggiovane possibile, visto che si tratta di un nonno che cerca di intrattenere la nipote ammalata.

Ora passiamo alle cose serie però, la storia sarà pure carina ma stiamo parlando di un platform, non di un RPG, non è questo che ci interessa, bensì il gameplay. E allora parliamone.

Questo modo di parlare fa ridere, ma se mio nonno si esprimesse così probabilmente lo porterei in ospedale

E visto che si tratta di un platform, le azioni sono principalmente due: si salta e si spara. Cosa si spara? Varie cose, le prime armi che troviamo nel gioco sono lance (disponibili fin da subito) e pugnali, che si possono trovare seguendo i vari consigli sparsi per la prima area. Il mondo di gioco infatti è diviso in varie aree, ognuna piuttosto vasta e completamente esplorabile, ricca di nemici e dungeon e collegata in qualche modo con altre. I dungeon a loro volta sono piuttosto grossi e presentano varie diramazioni che conducono a tesori o boss da battere.

I boss in questo gioco non sono difficili in genere, bisogna solo sbatterci contro qualche volta prima di impararne mosse e comportamenti, per poi finire col batterli senza quasi farsi toccare. Per quanto riguarda i livelli, se siete scarsi come me, vi troverete a ripeterli abbastanza spesso a causa di salti sbagliati o attacchi calcolati male, ma con una coordinazione occhio-mano superiore a quella di un bradipo spalmato sulla tangenziale dovreste superarli senza troppa difficoltà.

Devo dire però che questo sbagliare e imparare risulta molto poco frustrante in Battle Princess Madelyn sia grazie all’autosalvataggio esattamente prima dei boss, sia perché è abbastanza facile e veloce migliorare.

Certo che questa principessa si circonda di personaggi piuttosto particolari

Se poi siete dei veri pro in cerca di sfide e non vi interessa la trama c’è anche una modalità Arcade, dove i livelli si susseguiranno senza interruzioni e avrete un numero limitato di respawn.

Quello che invece risulta frustrante è la scarsa comunicazione col giocatore, o almeno è quello che vi direi se si trattasse della prima versione del gioco, uscita a inizio dicembre su PC e Xbox One. Fortunatamente però gli sviluppatori hanno preso in considerazione le recensioni uscite all’epoca e hanno deciso di rilasciare più tardi la versione Switch, aggiungendo vari consigli lungo la strada e NPC che ti aiutano a capire come proseguire qualora tu rimanga bloccato.

L’unica cosa che potrebbe far storcere il naso è il sistema di controllo: come in molti altri giochi di questo genere usare la levetta per muoversi non è il massimo della comodità, sarebbe molto meglio usare la croce direzionale. Il problema però è che i controller Switch più comuni hanno tutti delle croci direzionali non mitiche, quindi dovreste ricorrere a dispositivi terze parti come il Joy-Con D-Pad della Hori o i pad della 8BitDo.

Questa è la seconda area del gioco, dove oltre a non sapere dove andare ho anche trovato un glitch che ti blocca nell’animazione di salto finché non premi un altro tasto

Solo una cosa: VI PREGO CAMBIATE IL FONT DEI TESTI CHE È QUASI ILLEGGIBILE.

DARK SOULS/10

  • Il gameplay non diventa mai eccessivamente frustrante.
  • Le battaglie boss sono estremamente soddisfacenti e diversificate.
  • Bellissimi paesaggi in pixel-art e musiche sempre adatte all’ambiente.
  • Giocare con la levetta non è il massimo della comodità e le croci direzionali buone su Switch sono carenti.
Battle Princess Madelyn è un gioco estremamente divertente, per chi mi conosce basterebbe dire che mi ha tenuto incollato al televisore da quanto mi divertissi. Se siete appassionati del genere dovete acquistarlo assolutamente, se non lo siete, fateci un pensierino.
Nintendoomed partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Prova gratuitamente Amazon Prime per ricevere i tuoi acquisti in un giorno.

Giocatore “competitivo” di Pokémon, passa la vita a fingere di studiare mentre gioca a Fire Emblem e si lamenta dei nuovi giochi della serie. Ha inoltre un grande problema, il cui nome è Xenoblade Chronicles.

Autore: Andrea "Andre4102" Diecidue

Giocatore "competitivo" di Pokémon, passa la vita a fingere di studiare mentre gioca a Fire Emblem e si lamenta dei nuovi giochi della serie. Ha inoltre un grande problema, il cui nome è Xenoblade Chronicles.