17 novembre 2018 • Notizia

Le azioni di Nintendo hanno subito un crollo enorme nella giornata di ieri

Ieri le azioni di Nintendo hanno subito il più grosso crollo negli ultimi due anni: sono scese di oltre il 10% del loro valore originale.

La discesa è cominciata la mattina e ha continuato per tutta la giornata fino ad arrivare a ¥31,350 (circa 240 Euro), per poi stabilizzarsi poco sopra quel valore.

Le cause del crollo non sono del tutto chiare ma le teorie più probabili sono la sfiducia degli investitori nei confronti del colosso di Kyoto e un calo delle azioni di Nvidia, il fornitore dei chip di Switch.

La sfiducia degli investitori è sicuramente dovuta al desiderio di vendere altri 20 milioni di Switch da parte di Nintendo e con l’uscita del report trimestrale abbiamo visto che le vendite non vanno in quella direzione. In particolare la banca Daiwa Securities ha venduto buona parte delle sue azioni e ha ridotto le sue aspettative per quanto riguarda Nintendo, facendo così preoccupare gli investitori.

Fonte: NintendoLife


Giocatore “competitivo” di Pokémon, passa la vita a fingere di studiare mentre gioca a Fire Emblem e si lamenta dei nuovi giochi della serie. Ha inoltre un grande problema, il cui nome è Xenoblade Chronicles.

Autore: Andrea "Andre4102" Diecidue

Giocatore "competitivo" di Pokémon, passa la vita a fingere di studiare mentre gioca a Fire Emblem e si lamenta dei nuovi giochi della serie. Ha inoltre un grande problema, il cui nome è Xenoblade Chronicles.