28 Giugno 2019 • Notizia

Taura: Astral Chain potrebbe originare una trilogia, non sono previsti DLC

L’uscita di Astral Chain, il nuovo titolo d’azione PlatinumGames in esclusiva su Nintendo Switch, si sta avvicinando, e sono emerse alcune informazioni interessanti.

La branca olandese di IGN ha intervistato il director del gioco, Takahisa Taura, e dalla chiacchierata sono emersi due dettagli interessanti: il primo, Astral Chain sta venendo sviluppato come il primo capitolo di una trilogia (se gli altri due capitoli esisteranno o meno, dipenderà dalle vendite, visto che l’IP appartiene a Nintendo, situazione dalla quale Platinum vorrebbe districarsi, come abbiamo visto).

La seconda è che per il gioco non sono previsti contenuti extra scaricabili (per gli amici DLC). Che ne pensate di Astral Chain? Vi piace già così tanto che volete che diventi una trilogia?

Vi ricordiamo che Astral Chain uscirà in esclusiva su Nintendo Switch il 30 agosto.

AGGIORNAMENTO

Astral Chain potrebbe non essere necessariamente il primo capitolo di una trilogia. Quello che intendeva il direttore Taura è che hanno avuto abbastanza idee da creare altri due (o anche più) capitoli.

Fonte: Japanese Nintendo


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.