16 Febbraio 2015 • Notizia

Aonuma: Il mondo di Zelda Wii U sarà il più vasto possibile

Mentre noi ci godiamo la nuova versione in 3D di Majora’s Mask, in sede Nintendo continuano a lavorare sul nuovo The Legend of Zelda per Wii U, del quale ancora sappiamo molto poco.

In una recente intervista da parte della rivista Gamereactor, il produttore della serie Eiji Aonuma ci ha fornito altre informazioni in proposito.
Aonuma ha tenuto presente che per ogni capitolo della serie, sin dall’inizio, hanno sempre cercato di creare un mondo il più ampio possibile per l’hardware che supportava tale gioco. E con il Wii U non saranno da meno.

Alcuni hanno affermato che The Legend of Zelda adesso è finalmente diventato un open world, ma Aonuma ha controbattuto a tale risposta dicendo che la serie lo è sempre stata, ma solo adesso hanno a disposizione un hardware che permette la nascita di un mondo dalle dimensioni estremamente ampie.
A oggi, ricordiamo Twilight Princess come titolo l’over world più esteso di tutti. Ed era solo per Game Cube.
Se quella Hyrule era grande, come sarà quella del nuovo Zelda? Avremo davanti un gioco dall’esplorazione ai livelli di Xenoblade Chronicles? Ciononostante, si spera che questo non diventi un lato negativo del gioco, visto che potrebbe essere stancante esplorare una zona estremamente grande.

Ad ogni modo, per una grande terra ci vuole una grande mappa. Mappa che non va tenuta conservata in sacca, ma sempre tra le mani a disposizione del viaggiatore. È questo che ha pensato Aonuma quando ha deciso di porre la mappa sul Gamepad del Wii U, in modo che fosse sempre consultabile ogni volta che il giocatore volesse.

Non si può dire che non ce lo aspettavamo, dato che sembra essere una delle funzioni per cui si presta più adatto il gioco, già osservata sin da quella tech demo del Wii U, sempre a tema Zelda. Speriamo di sapere altro a riguardo, dato che più o meno tutti riponiamo grandi aspettative in questo titolo.

Studente fuorisede e (sedicente) appassionato di RPG, in particolare Dragon Quest e Fire Emblem. Passa più tempo a cercare di recuperare vecchi giochi che a provarne di nuovi. Quando non scrive articoli, probabilmente sta perdendo tempo all’arena dei mostri per ottenere la spada Falcon.
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Dario "Spiky" Vetrano

Studente fuorisede e (sedicente) appassionato di RPG, in particolare Dragon Quest e Fire Emblem. Passa più tempo a cercare di recuperare vecchi giochi che a provarne di nuovi. Quando non scrive articoli, probabilmente sta perdendo tempo all'arena dei mostri per ottenere la spada Falcon. Lo trovate su Facebook e Twitter.