8 Dicembre 2018 • Notizia

Ad Hayao Miyazaki è stato un tempo proposto di lavorare ad un gioco con Nintendo

Avete mai visto Sliding Doors? Bene, chi sa di cosa sto parlando saprà altrettanto bene che, nella vita, ci sono dei momenti in cui delle scelte possono cambiare radicalmente il futuro: ad un certo punto della storia, ad esempio, Nintendo ed Hayao Miyazaki, dello Studio Ghibli, avrebbero potuto lavorare assieme ad un titolo.

Una notizia che ci porta a mille congetture su come sarebbero potute andare le cose e che nasce da un’intervista fatta dall’artista di Nintendo Yoichi Kotabe a Le Monde, dove ci racconta:

“Una volta io, il signor Ikeda e Shigesato Itoi, il creatore di molti slogan dei film dello Studio Ghibli (e naturalmente creatore della saga di Earthbound ndr), andammo a trovare il Hayao Miyazaki per proporgli di lavorare ad un titolo per Nintendo. In realtà, per quanto strano possa sembrare, non ci disse di no: la sua idea era di realizzare un gioco ambientato nel mondo degli insetti, dove tutto sarebbe stato visto dal loro punto di vista, ma purtroppo lui era troppo impegnato per lavorare ad un simile progetto”

Chissà, magari ne sarebbe potuto uscire un gioco dalle atmosfere incredibili, come Wonder Project J: purtroppo, ora come ora, possiamo solo sognare…

Fonte: NintendoEverything

Studente universitario amante delle arti canoniche tanto quanto del medium videoludico, ha deciso di unire assieme le due cose e dare la sua personalissima lettura al mondo dei videogiochi: non che ci si aspettasse diversamente da qualcuno che fa discorsi filosofici sulla trama di Drawn to Life 2. Quando non scrive, disegna, e quando non disegna è probabile che stia giocando a qualche RPG di bassa qualità per poi scriverci e/o disegnarci a riguardo, ovviamente.

Lo trovate su Facebook e YouTube.

Autore: Luigi "Enpitsu" Riccio

Studente universitario amante delle arti canoniche tanto quanto del medium videoludico, ha deciso di unire assieme le due cose e dare la sua personalissima lettura al mondo dei videogiochi: non che ci si aspettasse diversamente da qualcuno che fa discorsi filosofici sulla trama di Drawn to Life 2. Quando non scrive, disegna, e quando non disegna è probabile che stia giocando a qualche RPG di bassa qualità per poi scriverci e/o disegnarci a riguardo, ovviamente. Lo trovate su Facebook e YouTube.