Acquire ha annunciato il nuovo RPG Labyrinth of Zangetsu

2 min.
07.01.2021
Notizie


Come promesso, nell’ultimo numero di Famitsu, Acquire ha annunciato un nuovo dungeon RPG 3D intitolato Labyrinth of Zangetsu, sviluppato da KaeruPanda per Nintendo Switch, PlayStation 4 e PC. È stato anche aperto un sito, dove possiamo vedere che uscire in Giappone questa estate, ma le piattaforme ancora non son state decise (forse devono ancora aggiornarlo?).

Qui di seguito vi riportiamo un estratto dall’articolo originale.

Labyrinth of Zangetsu è un nuovo dungeon RPG 3D di Acquire. Il gameplay tornerà alle sue radici di hack ‘n’ slash. È un titolo che vuole enfatizzare il wa (lo stile giapponese) che è la specialità di Acquire. Ci mostra una profonda visione del mondo tramite pittura a inchiostro. Anche la componente sonora è un misto di musica proveniente da diverse ere giapponesi, da gagaku (musiche e danze tradizionali) al noh (il teatro con maschere giapponese). Labyrinth of Zangetsu si basa su questi quattro concetti.

Un mondo colorato di nero dalla calamità “Ink of Destruction”

La storia è ambientata a Ido, la città della luna mattiniera, che continua a combattere contro la calamità “Ink of Destruction”. Ido fa parte di Tokinokuni, un paese che ricorda il Giappone medievale, ed è una città fortezza protetta da una barriera alimentata da tecnologia magica, collocata sotto la luna che brilla costantemente in cielo.

La città richiama continuamente avventurieri per scegliere tra i più talentuosi gli “Ink Destroyers”, ai quali viene affidato il compito di esplorare “Sakyuu”, l’area più pericolosa.

“Ink Beasts”: nate da “Ink of Destruction”

Quando gli esseri viventi entrano in contatto con “Ink of Destruction”, alcuni impazziscono e muoiono, altri diventano demoni e attaccano i loro simili. Quando i morti vengono toccati, resuscitano e vagano per il mondo aumentando i loro ranghi. Inoltre, oggetti inanimati possono diventare terribili mostri, chiamati “Ink Beasts” e temuti da tutti.

Acquire ha anche affermato che pensano di pubblicare una versione con contenuti limitati che tutti possono giocare e poi chi è interessato può acquistare il gioco completo.

Fonte: Gematsu