16 Novembre 2014 • Domenica Musicale

#13 – Apollo Justice: Ace Attorney

E finalmente siamo arrivati ad Ace Attorney, recensirò l’OST del vostro preferito?

Come avete letto dal titolo no: oggi si parla della pecora nera della serie: Apollo Justice.

Prima di iniziare vorrei dilungarmi un po più del solito sul gioco in se: nonostante lo odino tutti rimane il mio preferito, anche se riesco a capire il motivo di tanto astio.
Apollo Justice aveva il malloppo della trilogia originale da tirarsi dietro, i creatori dovevano dare un cambio di spirito, anche il protagonista è cambiato e sappiamo tutti come funziona: tutti si erano affezionati al primo e quindi questo viene subito bistrattato.
A me Apollo piaceva un sacco, e soprattutto mi piaceva come avevano reso Phoenix, non più un’idiota che apriva la bocca ad ogni minimo dettaglio rivelato, ma ora è più vicino ad una personalità alla Layton… più dark.
E più dark è anche l’atmosfera del gioco: non so se lo avete notato, ma i toni sono serissimi, ed è proprio questo ciò che mi è piaciuto di più di Ace Attorney 4, è più teso, più denso, meno finto.
Questa atmosfera seria si rifletterà anche nella colonna sonora come andremo subito a vedere.

Iniziamo con il tema principale del protagonista.

E’ anche il mio brano preferito dell’intero gioco, probabilmente, le voci sintetiche di sfondo attribuiscono un aria di solennità mai vista prima in un Ace Attorney, accompagnate dagli accenti delle campane, mentre il sintetizzatore che suona la melodia principale, la batteria e il basso danno il solito tocco epico.
Ricomparirà anche in Dual Destinies, ancora migliore, anche se completamente snaturata.

Questo invece è il solito tema del contro-interrogatorio… il più drammatico della serie.
Ovviamente ne esistono diverse versioni come in tutti gli Ace Attorney, con diversi tempi a seconda del punto del processo a cui si è arrivati.
Comunque, secondo me è il più azzeccato di tutti, la melodia martellante sembra quasi sottolineare il fatto che stiate scorrendo avanti e indietro fra le frasi della deposizione disperatamente cercando una contraddizione.

Questo è il brano che accompagna i membri della famiglia Kitaki, appartenenti alla Yakuza.
Non so se sia fatto apposta, ma oltre al sound folkloristico giapponese, dato dall’utilizzo dello Shamisen, i virtuosismi e la melodia in generale mi fanno pensare anche a quei vecchi film con lo stereotipo del mafioso siciliano o italo-americano, specialmente a 0:42 dove la transizione sembra proprio una mandolinata.
In un altro Ace Attorney il brano sarebbe stato più vivace e più “Sfottò”, ma non qui.

Aaah adoro questa track: è associata ad un’altro brano del gioco che è molto importante per la storia, è un suo remix…
…Ma sinceramente trovo questo 5 spanne meglio, la scelta del soundfont le da una sensazione Onirica, come se si potesse volare verso le stelle nel vestito di Lamiroir, per certi versi la considero la versione matura dell’Astral Observatory di Majora’s Mask.
I bassi son bassissimi, e fanno un gran bel contrasto con le due melodie adagio in primo piano…
…A proposito di adagio, non vi ricorda leggermente l’adagio di Albinoni? Possibile che Lamiroir sia ispirata a Sarah Brightman?

Oddio ora che ci penso anche le parole possono essere ricondotte alla condizione di Lamiroir…. paura.

Questo è quello che ritengo essere il brano più significativo dell’intero gioco, che più esprime il concetto di maggior serietà.
Suona nello studio di un tizio che ha letteralmente la testa come un pennello, e che è molto eccentrico, è un eremita ed ha una figlia autistica, negli altri Ace Attorney la tematica sarebbe stata sfruttata per l’humor e le gag… ma non qui, viene trattato tutto in modo molto molto rispettoso, come in un film drammatico.
E quindi anche la track è particolarmente fitting: gioca su toni mogi e la maggior parte del ritmo è dato dai bassi, l’armonia è altalenante (Basta sentire appunto i bassi che scendono dalla scala per poi risalire), gioca lievemente sui toni blues dando anche un tocco da noir.
Scusate se vi tengo ancora qui, ma ho un ultima nota, a lungo andare l’ottone a 0:35 diventa quasi fastidioso e incombente, credo sia proprio fatto apposta per sottolineare la tensione (Lo studio Misham è luogo di molti eventi chiave del gioco).


Questo è un brano molto vivace, con un tono malinconico (Credo lo abbiano fatto in minore, ma non ci metterei la mano sul fuoco), è stato quello che più mi era entrato in testa, lo canticchiavo in terza media continuamente.
a 0:35 adoro l’implementazione del pianoforte, mi piace anche l’utilizzo delle percussioni come ponte, usate come in una banda, che forse è proprio l’unica cosa davvero circense in questa track, mentre il resto pare come in sospeso.


Se Klavier fosse un vero chitarrista, sarei sicuramente un suo fan.
Forse l’equalizzazione è quanto di più spettacolare stavolta: avete presente che quando ascoltate musica registrata di solito è molto, molto più piatta rispetto a quando la ascoltate dal vivo? Ecco, questa è proprio il contrario, sembra davvero di essere a un concerto e ascoltare la canzone.
Quindi, complimenti a chi si è occupato della sezione tecnica del sound del gioco.

Beh, la colonna sonora di Apollo non ha una tracklist molto lunga, quindi direi di chiudere qui questa domenica, fra i brani che avrei voluto mettere “Announce the truth” e il tema di Ema…

Quindi l’ultimo brano che metto è il credits theme.


Dat atmosfera lounge, dat Apollo Theme vocalized, that lower tempo.
Fantastica chiusura per questo gioco, unico peccato: è in loop, probabilmente avrei preferito facessero un brano unico e dilungato, magari inserendo qualche altra melodia a mo di medley.

E in teoria finirei di scrivere qui, ma voglio spendere queste ultime righe per ringraziarvi del feedback che sto ricevendo: di solito i miei discorsi sulla musica non interessano a nessuno, e pensavo che nessuno leggesse questi articoli, invece mi state dimostrando che li apprezzate… e questo davvero mi riempie di gioia.

Dato che tutti i video sono presi dallo stesso canale, mi sembra doveroso mettere qui il link dell’account youtube:
https://www.youtube.com/channel/UCmjMm1BYzVYEXclRJqH8zxQ

Non sono una persona vera, quindi non ho nulla di spiritoso ed irriverente da scrivere qui 🙁

Autore: Staff

Non sono una persona vera, quindi non ho nulla di spiritoso ed irriverente da scrivere qui :(