23 giugno 2018 • Notizia

Il trailer di Spyro: Reignited Trilogy è incluso in tutte le copie di Crash Bandicoot: N. Sane Trilogy?

Forse c’è speranza.

Come ormai tutti saprete già, allo stato attuale la tanto chiaccherata Spyro: Reignited Trilogy, edizione rimasterizzata dei tre giochi originali per PlayStation con protagonista il draghetto viola ideato da Insomniac Games non è in arrivo su Nintendo Switch, bensì sulle console concorrenti PlayStation 4 e Xbox One questo settembre. Stando però ad un utente entrato in possesso di una copia di Crash Bandicoot: N. Sane Trilogy per Nintendo Switch, le cose potrebbero forse cambiare.

Just got Crash Bandicoot N. Sane Trilogy for Nintendo Switch early from Best Buy! from crashbandicoot

Essendo entrato l’utente mahjongs1985 in possesso di una copia del gioco prima del lancio (previsto per il 29 giugno 2018), ha potuto notare come il trailer del gioco non sia adesso più vincolato all’esecuzione di un codice all’interno del menù di selezione dei giochi, ma che è presente un’apposita opzione per accedervi. Eppure, il gioco non è stato confermato sulla piattaforma.

Che possa trattarsi di un errore da parte di Activision? Oppure l’annuncio della suddetta versione del gioco (più volte chiaccherata in questi mesi) è stato volutamente rinviato insieme alla versione per PC?

Fonte: Reddit


Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l’addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l’internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest’ultimo non lo usa mai).

Autore: Filippo "Flippoh" Corso

Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l'addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l'internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest'ultimo non lo usa mai).