9 marzo 2018 • Notizia

South Park: Scontri Di-Retti arriverà anche su Switch

E non ci sarà bisogno di ibernarsi per aspettarlo!

Tra gli annunci dell’ultimo Direct c’è stato anche South Park: Scontri Di-Retti, ennesimo sintomo della ripresa di prestigio di Nintendo tra le terze parti.

Scontri Di-Retti (in inglese The Fractured But Whole) è uscito su PlayStation 4, Xbox One e PC alla fine dell’anno scorso, sequel del gioco del 2014 South Park: Il bastone della verità, e come questo ritardato duemila volte prima dell’uscita.

Già si era vociferato l’arrivo di Scontri Di-Retti su Switch, magari insieme al predecessore in una confezione simile a Bayonetta 1+2 (in effetti, Il bastone della verità era stato incluso con questo gioco nelle altre piattaforme, per un periodo limitato). Per ora sembra che ci sarà solo il secondo, ma chissà. Inoltre è stato confermato che i due DLC già usciti per il gioco (e il terzo in arrivo quest’anno) non saranno inclusi e dovranno essere acquistati a parte.

Il gioco scandalizzerà tutte le casalinghe a partire dal 24 aprile prossimo. Ecco il comunicato ufficiale:

La gang di South Park fa ritorno con un RPG da supereroi incredibilmente offensivo e, con Nintendo Switch, potrete entrare a South Park sempre e ovunque. Oltre al gioco principale, saranno disponibili per l’acquisto contenuti aggiuntivi del gioco. South Park: Scontri Di-Retti™ verrà lanciato su Nintendo Switch il 24 aprile.


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di scrivere la tesi ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di scrivere la tesi ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.