25 luglio 2018 • Recensione

Sonic Mania Plus (Nintendo Switch) – RECENSIONE

Perchè una volta sola non basta, per fortuna

Il 2017 è stato senza alcun dubbio un anno fondamentale per i fan SEGA, in quanto l’arrivo di Sonic Mania ha dato vita all’impossibile: avere di nuovo un fantastico gioco dedicato a Sonic the Hedgehog (qui trovate la nostra recensione). Un risultato incredibile, che non si vedeva dai tempi del SEGA Mega Drive, e che ha permesso di ristabilire, in parte, la fiducia dei fan verso il brand. A quasi un anno dalla sua uscita, il team capitanato da Christian Whitehead è tornato alla ribalta con una nuova espansione del gioco (acquistabile a soli 4,99€), la quale segna anche il debutto di Sonic Mania sugli scaffali dei negozi di tutto il mondo. Ma cosa offre di nuovo Sonic Mania Plus? Vale la pena recuperarlo nel caso si abbia precedentemente acquistato il gioco base? Scopriamolo insieme.

Ancora di plus!

Il tempo passato tra l’uscita del gioco originale e la sua edizione Plus è tornato decisamente utile al team di sviluppo, che per prima cosa ha lavorato duramente per sistemare quelle poche magagne presenti nel prodotto pubblicato nell’agosto del 2017. La fase finale della boss battle di Metal Sonic è stata completamente rivista, in modo da offrire uno scontro qualitativamente superiore, così come sono state aggiunte le poche sequenze di transizione mancanti tra il passaggio da una zona e l’altra. Si tratta di modifiche accessibili anche a chi non ha ancora acquistato il DLC e che servono per lo più a limare quei pochi problemi rimasti.

Parliamone, la posa di vittoria di Ray è MERAVIGLIOSA.

Ad arricchire la cerchia di personaggi giocabili in Sonic Mania Plus figurano Ray the Flying Squirrel e Mighty the Armadillo, il cui debutto originale è stato nel coin-op SegaSonic the Hedgehog del 1993, unendosi così ai già presenti Sonic, Tails e Knuckles. E proprio da questi ultimi due sono ispirate le meccaniche di gioco dei novellini, basate sul volo e la forza bruta. Ray può volare a mezz’aria dopo avere preso una breve rincorsa, riprendendo lo stile di volo offerto dalla cappa utilizzata da Mario in Super Mario World. Mighty invece può proteggersi dalle spine e dai proiettili grazie alla sua robusta corazza, nonché utilizzarla per frantumare velocemente ostacoli e nemici.

Datemi il bis

L’aggiunta di questi due personaggi espande quanto già precendemente offerto dal trio originale, venendo così incontro a novizi e veterani in cerca di nuove sfide. Ma a giustificare la loro presenza sono la nuova Modalità Competizione (dove fino a quattro giocatori possono sfidarsi completando il più velocemente possibile le zone incluse) e la Modalità Bis. Quest’ultima è la modalità principale dell’espansione, la quale ripropone sotto una nuova veste tutte le dodici zone offerte dal gioco originale rendendo il tutto leggermente più difficile. Altra sua peculiarità è l’introduzione di un sistema di progressione, che ci vede cominciare con due personaggi, per poi aumentarli man mano che si prosegue con l’avventura. È quindi possibile con un solo salvataggio rigiocare l’intera storia utilizzando a rotazione tutti i personaggi, con i loro pro e contro. Il prezzo da pagare dietro questa scelta è la rimozione del sistema di vite, in quanto ogni personaggio sconfitto andrà ripescato all’interno di un minigioco ambientato in un flipper.

Il tutto però non riesce a stupire il giocatore come ha fatto la modalità principale, dando una sensazione di già visto. Per certi versi può anche risultare un’esperienza nauseante per chi ha da poco concluso la modalità Mania, dando proprio l’idea di essere pensata per chi  torna a giocare un anno dopo, volendo, per l’appunto, un bis dell’esperienza vissuta. Il consiglio che posso dare è di non focalizzarsi sul completare immediatamente tutte le modalità presenti, ma di prendere il tempo necessario per gustare l’intero pacchetto, in modo da apprezzare tutte le sue sorprese.

In conclusione…

Ad un anno dalla sua uscita Sonic Mania rimane uno dei giochi di piattaforme migliori dell’intera generazione, in grado di restare impresso nelle menti dei giocatori. L’aggiunta di due nuovi personaggi, una modalità ampliata e un’altra completamente nuova sono dei plus graditi, ma che non rendono la proposta finale un acquisto immancabile. Nel caso però non abbiate recuperato il gioco originale procedete all’acquisto ad occhi chiusi, e non lo dico solo per via dell’artbook e la cover Mega Drive incluse nell’edizione fisica. Fidatevi, perchè Sonic Mania è uno di quei giochi che dovete assolutamente giocare.

SONIC 2D PLUS/10

  • Mighty e Ray sono delle ottime aggiunte al cast presente.
  • Le meccaniche proposte dalla Modalità Bis sono interessanti e in grado di aprire a nuovi risvolti…
  • …ma l’esecuzione è un po’ limitata, offrendo poco di nuovo.
Sonic Mania Plus è un’ottima aggiunta per i possessori del gioco originale, ma principalmente pensata per i fan più affezionati al brand.

Nintendoomed partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Prova gratuitamente Amazon Prime per ricevere i tuoi acquisti in un giorno.

Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l’addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l’internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest’ultimo non lo usa mai).

Autore: Filippo "Flippoh" Corso

Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l'addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l'internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest'ultimo non lo usa mai).