28 giugno 2018 • Notizia

Da oggi Shuntaro Furukawa è presidente di Nintendo

In seguito all’incontro con gli azionisti avvenuto la scorsa notte, Shuntaro Furukawa ha ufficialmente assunto il ruolo di Amministratore Delegato di Nintendo Co., Ltd. come annunciato ad aprile.

Kimishima e Furukawa

Termina così il periodo di transizione della dirigenza di Tatsumi Kimishima, iniziato nel 2015 in seguito alla morte di Satoru Iwata. Furukawa è il sesto presidente della storia di Nintendo, dopo Fusajiro Yamauchi (presidente dal 1889 al 1929), Sekiryo Kaneda (1929 – 1949), Hiroshi Yamauchi (1949 – 2002), Satoru Iwata (2002 – 2015) e Tatsumi Kimishima (2015 – 2018). Se volete sapere di più sul passato di Furukawa e sulla sua visione del futuro dell’azienda, vi consigliamo questa nostra notizia scritta poco dopo la nomina di Furukawa.

Vi ricordiamo che questo non è l’unico cambiamento di potere avvenuto al termine dell’anno fiscale 2017: Satoru Shibata, ex presidente di Nintendo of Europe, è ora capo del Global Marketing Department in Giappone. I nuovi capoccia di Nintendo of Europe sono Koji Miyake (A.D.) e Stephan Bole (direttore operativo e presidente).

Fonti: Japanese Nintendo, GamesIndustry


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.