17 giugno 2018 • Notizia

Reggie Fils-Aimé si vendica dopo 12 anni della sua sconfitta a Wii Sports

No, non siamo diventati un sito sportivo, ma volevamo condividere con voi questo piccolo avvenimento: dopo 12 anni di umiliazione, grazie a Mario Tennis Aces, Reggie Fils-Aimé di Nintendo of America si è finalmente preso la rivincita su Geoff Keighley.

Per chi non conosce la storia (ma la raccontano anche loro stessi nel video), nel lontano 2006 Geoff Keighley, produttore di The Game Awards, e Reggie Fils-Aimé, all’epoca non ancora presidente di NoA, si sono sfidati durante l’E3 al tennis di Wii Sports. Long story short, Geoff ha distrutto e umiliato il povero Reggie davanti a tutto il pubblico.

Ma ora, 12 anni dopo, con la scusa di un nuovo gioco di tennis in arrivo sulle console Nintendo (ovviamente Mario Tennis Aces, in uscita il 22 giugno), Reggie è finalmente riuscito a prendersi la tanto agognata rivincita.

Nel video, immortalato sul Twitter di Geoff, Reggie è riuscito a batterlo, vendicandosi dell’onta subita. E umiliazione delle umiliazioni, Geoff stava usando Waluigi, spiegando così il motivo per cui lo spilungone in viola non è diventato giocabile in Super Smash Bros. Ultimate.

Ma cazzate a parte, alla fine del video, Geoff chiede a Reggie: “Ci vedremo a dicembre?” e lui risponde: “Forse ci vedremo a dicembre”. Questo vuol dire che Nintendo sarà presente ai Game Awards, che si terranno a Los Angeles il prossimo 6 dicembre? Probabilmente sì, ma diamo tempo al tempo.

Fonte: ResetEra


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di scrivere la tesi ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di scrivere la tesi ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.