14 marzo 2018 • Recensione

Super Meat Boy, il gioco più tosto sbarca su Switch – RECENSIONE

Ehilà! Riecco qui il vostro Mirax, stavolta per recensire un gioco che forse conoscete… Si tratta di SUPER MEAT BOY, uno dei titoli più famosi e apprezzati di questo decennio, che dopo tante iterazioni arriva anche su Nintendo Switch.

L’inconfondibile super uomo di carne!

Chi non conosce Super Meat Boy? Da quando l’autore Edmund McMillen, già ai tempi noto e apprezzato per i suoi innumerevoli lavori su Newgrounds, lo pubblicò nel 2010, il gioco è stato criticamente acclamato per il suo gameplay pulito, difficoltà alta ma per lo più bilanciata e atmosfera gradevolmente fuori dalle righe. Il gioco è uscito su svariate console, anche in casa Nintendo con l’uscita su Wii U (dopo un annuncio poi revocato di un rilascio su WiiWare).

Ma per chi non si fosse ancora mai avvicinato al titolo, eccone la semplice trama:
Meat Boy è un semplice ragazzo amato da tutti, sopratutto dalla sua fidanzata, Bandage Girl. Il malvagio Dr. Fetus, che è invece odiato da tutti, invidia Meat Boy e per questo decide di rapire la sua ragazza. Spetterà al giocatore nei panni del sensibile ma tenace ragazzo di carne superare i livelli pervasi di lame rotanti e trappole mortali!

Super Meat Boy 1

Spietato… ma giusto

Super Meat Boy, nonostante la veneranda età di 8 anni, ancora oggi riesce a mantenersi una spanna sopra la concorrenza grazie a un level design e una curva di difficoltà gestite in modo sopraffino.
Il gioco è un platformer 2D con comandi semplici (un tasto per accelerare e uno per saltare) ma precisi e livelli corti, che tendenzialmente non durano più di 15 secondi.

Il titolo può permettersi di avere una difficoltà più alta della media (che infatti alcuni tendono a comparare a quella dei giochi NES), questo perché i suddetti livelli corti, il respawn istantaneo e le vite infinite permettono delle continue “scariche” di gameplay. Non ci si ritroverà mai troppo frustrati dall’attuale sfida visto che avremo sempre la vittoria a pochi secondi da noi!

Ad accompagnare un level design così curato ci sarà un sound design che non è da meno. Gli effetti sono di quando Meat Boy corre, salta, atterra, si spappola o si rigenera sono… Semplicemente giusti, semplicemente soddisfacenti. E sebbene la colonna sonora della versione per Nintendo Switch sia diversa da quella originale, devo dire che pur non raggiungendo i livelli di eccellenza della vecchia composizione, anche la nuova sa il fatto suo.

Super Meat Boy 2

Tanti mondi…

Il gioco è suddiviso in vari mondi tematici, con il Team Meat che ha deciso di cominciare dal classico primo mondo erboso per poi continuare con temi più peculiari come una fabbrica di sale o… l’inferno!
In ciascuno di questi mondi ci saranno 20 livelli da poter giocare nell’ordine che più si preferisce, più un livello boss accessibile dopo averne battuti almeno 17 e che bisogna superare per andare nel mondo successivo.
Specialmente toste sono le Warp Zone, zone speciali accessibili tramite dei portali nascosti nei livelli, in cui bisogna completare tre stage a tema “console retrò” con una quantità limitata di vite.
Inoltre ogni mondo possiede una controparte “oscura” con altrettanti livelli ma incredibilmente più difficili, sbloccabili finendo la loro versione “di luce” (ovvero quella normale) entro un certo limite di tempo.

Ogni mondo possiede la sua categoria di ostacoli, ciascuna da dover gestire in modo distinto. Per esempio il primo mondo, la foresta, contiene varie tipologie di seghe circolari, tra fisse e mobili; mentre il secondo, l’ospedale, contiene turbine che ci spingono lontano e batteri grandi come il nostro personaggio che svolazzano per lo stage.
Tali ostacoli rappresentano quello che probabilmente è il fiore all’occhiello del gioco, in quanto sono stati gestiti in modo magistrale: la prima volta che incontreremo ciascun ostacolo non ci troveremo in un livello particolarmente difficile, avremo la possibilità di poter studiare e metabolizzare il mo d’ognuno di essi con tranquillità, per poi ritrovarceli nei livelli successivi in varianti sempre più complicate e mortali.

Super Meat Boy Commander Video

… e tanti amici

Se nel corso dell’avventura comincerete ad annoiarvi dei semplici controlli di Meat Boy, non c’è da preoccuparsi! Raccogliendo una quantità sufficiente dei cerotti nascosti nei livelli come sfida aggiuntiva, oppure completando alcune delle  Warp Zone, sarà possibile sbloccare vari ospiti provenienti da altri giochi.
Per esempio Commander Video, di Bit.Trip Runner, che possiede l’abilità di fluttuare in aria per alcuni istanti (à la Peach in Super Mario Bros. 2), oppure The Kid, il protagonista del letale I Wanna Be The Guy, che possiede un utilissimo (quasi rotto) doppio salto ma che è sbloccabile solo completando una Warp Zone ispirata al suo gioco d’origine e che ne prende quindi in prestito anche l’estrema difficoltà.

Oh, ma con “tanti amici” forse pensavate mi riferissi a delle modalità per giocare in compagnia? Presto detto, la versione per Nintendo Switch possiede un’unica ma sostanziosa novità che prende a pieno lo spirito della console: la modalità gara!
In questa modalità due giocatori si sfideranno per vedere chi è in grado di completare un mondo scelto il più in fretta possibile. Data la natura frenetica del gioco, le rimonte inaspettate non sono così improbabili. L’adrenalina non mancherà!

Super Meat Boy: Forever art

Per concludere

Ormai è risaputo da più di mezzo decennio: Super Meat Boy è un ottimo gioco, un must per ogni fan dei platformer degno di questo nome. Sebbene la sua difficoltà lo renda un gioco non per tutti, il modo egregio con cui il Team Meat è riuscito a fare andare a braccetto curva d’apprendimento e level design potrà assicurare ore e ore di frustrante divertimento. E queste ore continueranno ancora, visto che uno dei due creatori originali sta ora lavorando a un seguito, Super Meat Boy Forever. Chissà se questo titolo sarà all’altezza del suo predecessore.

 

100 morti/10

  • Difficoltà alta ma eccellentemente bilanciata
  • Level design che fa il suo lavoro alla perfezione
  • Sound design che non è da meno
  • Alcune Warp Zone rappresentano picchi di difficoltà che spezzano il ritmo del gioco
  • Alcune rare volte il gioco cade nel Trial-and-Error, cosa che in linea di massima non si dovrebbe fare mai
Se davvero non avete ancora mai giocato Super Meat Boy… C’è poco da dire se non “rimediate al più presto”!

Nintendoomed partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Prova gratuitamente Amazon Prime per ricevere i tuoi acquisti in un giorno.

Altro videogiocatore di lunga data, fanatico di Super Mario e Sonic e giocatore competitivo Smash Bros. La sua ambizione è quella di diventare un traduttore di videogiochi, e al momento si diletta in tutto ciò che è relativo a quest’ultimi. Se c’è una frase che può descriverlo, sarebbe sicuramente “Jack of all trades, master of none”.
I suoi due slogan sono “It’s-a Mirax!!” e “Guardatevi Clannad.”

Lo trovate anche su Facebook e su LinkedIn

Autore: Salvatore "Mirax96" Mirabelli

Altro videogiocatore di lunga data, fanatico di Super Mario e Sonic e giocatore competitivo Smash Bros. La sua ambizione è quella di diventare un traduttore di videogiochi, e al momento si diletta in tutto ciò che è relativo a quest'ultimi. Se c'è una frase che può descriverlo, sarebbe sicuramente "Jack of all trades, master of none". I suoi due slogan sono "It's-a Mirax!!" e "Guardatevi Clannad." Lo trovate anche su Facebook e su LinkedIn