26 novembre 2017 • Notizia

Il produttore di Valkyria Chronicles 4 ci parla del nuovo titolo della serie

In seguito all’annuncio di Valkyria Chronicles 4, SEGA ha pubblicato un’intervista a Kei Mikami, il produttore del gioco, in cui ci parla di quando lo sviluppo  è iniziato, delle differenze rispetto ad altri titoli della serie e del gioco in sé.

Di seguito potete trovare l’intervista.

Intervistatore: Quando è cominciato lo sviluppo di Valkyria Chronicles 4?

Mikami: Abbiamo cominciato ufficialmente due anni fa, ma il nostro direttore, il signor Yamashita, ha cominciato a pianificarlo un po’ prima.

Intervistatore: Cosa l’ha riportata al mondo di Valkyria Chronicles 4?

Mikami: Vogliamo portare la serie in tutto il mondo. Non abbiamo rilasciato un titolo principale da Valkyria Chronicles 3, nel 2011, quindi il nostro obiettivo era fin dall’inizio di attirare nuovi fan. Vogliamo tornare alle radici della serie, portandoci dietro però quello che abbiamo imparato dagli altri giochi. Valkyria Chronicles 4 è l’apice di ciò che abbiamo appreso finora.

Abbiamo iniziato questo progetto con la remaster di Valkyria Chronicles per PlayStation 4. Il nostro piano era di far provare ai fan le origini e le meccaniche di base della serie sulla console di nuova generazione, prima di spostarci su un nuovo titolo principale.

Intervistatore:  Cosa ha ispirato la storia, i personaggi e le ambientazioni?

Mikami: Valkyria Chronicles 2 e 3 sono usciti come esclusive PSP, che era una console molto popolare in Giappone. Le loro tematiche, quindi, sono pensate per un’audience giapponese, come un ambiente scolastico o stravaganti soldati scelti. Questa volta abbiamo deciso di tornare a una normale ambientazione militare. Perciò abbiamo tolto i super soldati con poteri paranormali. Invece vedrete personaggi più simili a persone di tutti i giorni.

Abbiamo studiato a fondo le descrizioni della vita durante la seconda guerra mondiale. Abbiamo conosciuto le storie di soldati che non hanno mai perso la speranza, anche nelle più grandi difficoltà. Forse era la loro giovane età che ha permesso loro di rimanere attaccati ai pensieri positivi. Le storie di questi soldati, i cui sogni sono stati distrutti dalla guerra, solo perché si rialzassero e affrontassero la realtà, hanno influenzato emotivamente il nostro team.

Intervistatore: Cosa rende diverso Valkyria Chronicles 4 dal resto della serie principale?

Mikami: I primi giochi di Valkyria Chronicles si concentravano nel piccolo paese chiamato Gallia. Ora l’intero mondo si espande per mostrare una storia che ripercorre gli eventi della Seconda Guerra Europea. Abbiamo ricreato un mondo basato sul fronte orientale e vogliamo che voi sperimentiate un lato diverso del conflitto europeo. Come la guerra ha influenzato gli altri continenti? Cosa si trova al di là del territorio della Gallia? Scopritelo attraverso i miglioramenti tecnici e narrativi della nostra ultima creazione.

Intervistatore: Cosa c’è di nuovo riguardo il sistema a tela?

Mikami: Il nuovo hardware ci ha permesso di ridipingere gli stupendi paesaggi che conoscete e amate con una nuova luce. Per fari risaltare la bellezza dei colori ad acqua su tela abbiamo migliorato le ombre. Abbiamo anche aggiunto effetti ambientali realistici, come le impronte nella neve, o la deformazione dell’aria dovuta al calore, per far sembrare che tu sia lì di persona.

Fonte: NintendoEverything


Giocatore “competitivo” di Pokémon, passa la vita a fingere di studiare mentre gioca a Fire Emblem e si lamenta dei nuovi giochi della serie. Ha inoltre un grande problema, il cui nome è Xenoblade Chronicles.