9 maggio 2018 • Notizia

Nintendo non ha intenzione di portare la Virtual Console su Switch

Dopo l’annuncio dei dettagli relativi all’online di Nintendo Switch, arrivano notizie non proprio rosee per i fan del servizio Virtual Console.

La Virtual Console, iniziata nel 2006 su Wii, è un servizio, disponibile anche su Nintendo 3DS e Wii U, che permette di acquistare giochi classici per le piattaforme passate e giocarci sulle nuove: NES, SNES, Nintendo 64, inspiegabilmente non GameCube…
Grazie a Virtual Console, siamo stati in grado di giocare per la prima volta titoli che non erano mai stati disponibili nelle nostre regioni, come in Europa Super Mario RPG e in occidente il primo Mother, reintitolato EarthBound Beginnings. E anche se i prezzi erano orrendamente alti rispetto a servizi simili offerti dalla concorrenza (sul serio? 6 euri per un gioco di 30 anni fa che occupa meno memoria della pagina che state leggendo?) era comunque un bel modo per farsi le ossa sulla libreria del passato di Nintendo, con l’apprezzabile aggiunta dei savestate.

EarthBound Beginnings
Se mai avete voluto giocare a una versione di EarthBound ancora più grezza, broken e frustrante.

Ma tutto questo sta per finire: un rappresentante di Nintendo ha comunicato a Kotaku che Nintendo non ha intenzione di raggruppare i suoi giochi classici sotto un unico brand come era successo con le tre console precedenti.

Ciò non vuol dire che Switch sarà privo di giochi classici: abbiamo la serie Arcade Archives  e quella NeoGeo della Hamster, e a quanto pare arriverà anche una raccolta di classici del Sega Mega Drive.

La cosa più simile a una Virtual Console che sia stata annunciata è la libreria di titoli NES che sarà disponibile a chi effettuerà l’abbonamento al Nintendo Switch Online. Alla domanda se quel servizio includerà in futuro anche giochi di altre console, il rappresentante ha esercitato il diritto di rimanere in silenzio.

Fonte: Kotaku


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.