22 agosto 2015 • Notizia

Miyamoto parla della prospettiva di Nintendo di riavvicinarsi al cinema

Nell’ultimo anno ne sono circolati di rumor circa dei presunti nuovi adattamenti cinematografici e televisivi di alcune proprietà intellettuali di Nintendo.
Un film d’animazione di Super Mario prodotto da Sony Pictures Animation e curato dal leggendario animatore americano Gennadij Borisovič Tartakovskij, un telefilm di Netflix in stile Il Trono di Spade su The Legend of Zelda e si è addirittura parlato di una fantomatica partnership con Disney… Ma in definitiva, c’è qualcosa di vero? FFFFFoooooorrrse. Solo il tempo ce lo potrà dire, ma attendendo queste risposte fa piacere notare come Nintendo abbia finalmente deciso di concedere nuovamente fiducia ai cineasti.

Già, perchè tra Ralph Spaccatutto e Pixels Nintendo è riuscita, mantenendo un basso profilo, a tornare nelle sale cinematografiche a distanza di 20 anni da quel disastro artistico e commerciale che fu il film live-action di Super Mario Bros.

Attualmente, a supervisionare attentamente i progetti relativi al settore del cineaudiovisivo c’è Nintendo SPD (Software Planning & Development) e più nello specifico Shinya Takahashi e Shigeru Miyamoto. Proprio quest’ultimo, parlando con Fortune.com, ha dichiarato:

« Ci sono state parecchie persone che nel corso degli anni sono venute da noi a chiederci “perchè non facciamo un film insieme, o perchè non fate fare a noi un film mentre voi fate un videogioco che verrà rilasciato contemporaneamente ad esso?”. Perchè videogiochi e film sembrano dei media simili, le persone pensano che noi vogliamo trasformare i nostri giochi in film… ma io ho sempre avuto l’impressione che i videogiochi siano un media interattivo, mentre i film sono passivi, il che significa che sono due cose piuttosto diverse.

Tuttavia, stiamo iniziando a pensare sempre più a come i film potrebbero aiutarci a perseguire il ruolo di Nintendo di compagnia atta all’intrattenimento e forse, in futuro, considereremo cose come i film. »

Vi ricordo che lo stesso Miyamoto ha già cominciato a sperimentare in questo campo proprio l’anno scorso producendo tre cortometraggi che vedono i Pikmin per protagonisti.

Il fondatore del sito, anche oggi non è più così tanto attivo, preferendo dedicarsi ad altre attività come il game design. Ovviamente anche lui ha un problema come molti di noi: è un gattaro.

Autore: Gianmarco "Jun" Turchiano

Il fondatore del sito, anche oggi non è più così tanto attivo, preferendo dedicarsi ad altre attività come il game design. Ovviamente anche lui ha un problema come molti di noi: è un gattaro.