22 giugno 2018 • Scherzendo

Mario Tennis, scopriamo insieme la lore della serie

Ebbene sì.

Da poco tempo ormai è arrivato nei negozi Mario Tennis Aces per Nintendo Switch, nuovo capitolo della gloriosa serie sportiva di Nintendo. Non va di certo dimenticato il fatto che l’arrivo di questo nuovo gioco, ancora una volta sviluppato dalla Camelot Software Planning, porterà avanti la ricca trama delle serie. Esatto, è proprio così, ed è bene proclamarlo ad alta voce e subito, in modo che tutti ne possano essere consapevoli. Se è pur vero che Golden Sun è rimasto ormai fermo da anni, ciò non ha bloccato il team di sviluppo ad estirpare le loro radici da sviluppatori di giochi di ruolo, seppure un qualche tentativo ci sia stato negli scorsi anni. Potremmo infatti riassumere l’intera linea temporale con quest’immagine, ma non risponderebbe in maniera esauriente ai vostri quesiti, perciò cominciamo!

Timeline 2018 di Mario Tennis

La timeline di Mario Tennis: l’inizio comune

Se pensavate che fosse già poco chiara la timeline della serie The Legend of Zelda, beh, dovrete ricredervi. Qua non abbiamo solo tre diramazioni differenti, ma addirittura cinque. E la cosa non dovrebbe neanche stupirvi, perchè la Nintendo Difference non è mai stata vincolata alla trama (ad eccezione di rari, rarissimi casi), ma al puro gameplay, portando gli sviluppatori a fregarsene di avere una storia unica, esattamente come è stato per la serie guidata da Eiji Aonuma.
La nostra storia ha inizio sin dagli albori della sua serie madre. È il 1981, Donkey Kong è un successo, rendendo celebri in tutto il mondo personaggi come Mario, Pauline e l’omonimo protagonista del gioco. In meno di dieci anni arrivano le prime vere console della casa di Kyoto: il NES e il Game Boy. Allora il ruolo di Mario non era stato ancora ben definito, e non era raro trovarlo impegnato in diversi giochi tutti diversi tra loro. È con il gioco Tennis (1984 e 1989) per le due sopracitate piattaforme che il nostro baffuto eroe vestirà i panni di arbitro per i match ambienti nel nostro mondo (per poi diventare con due retcon prima la Koopa City del film Super Mario Bros. e poi lo scorso anno New Donk City). Tramite alcune guide sul come trattare i personaggi Nintendo in caso di licenze per nuovi prodotti risalente al 1994 apprendiamo che l’esperienza da arbitro spingerà Mario ad organizzare un vero e proprio torneo di tennis nel Regno dei Funghi. È la prima competizione tennistica di una lunga serie, e la partecipazione è aperta a tutti, anche a Donkey Kong Jr.. Stiamo parlando di Mario’s Tennis (1995) per Virtual Boy (ve ne parliamo qui), uno dei giochi più famosi in assoluto per la console milanista.

Tale successo di vendite non passa inosservato, ed è questione di poco tempo prima che la serie passi definitivamente nelle mani della Camelot, diventata da poco ex “second party” della rivale SEGA. La serie si evolve, sia nelle meccaniche di gioco (si veda l’introduzione delle sfide due contro due) che nella trama. I nuovi tornei non sono più organizzati da Mario (da qui l’abbandono della “‘s” nel titolo) ma dalla Principessa Peach, e la portata dell’evento è più ampia che mai. Nuovi rivali entrano in gioco, tra questi il carismatico Waluigi, da sempre partner di Wario nella serie. Da questo gioco ha inizio la prima frattura delle linee temporali. Cosa succederebbe, infatti, se nessuno dei quattro idraulici vincesse il torneo?

#1 A presto, Regno dei Funghi! Adesso tocca al mondo intero

La sconfitta dei quattro al torneo svoltosi in Mario Tennis (2000) è stata indubbiamente uno dei momenti più tristi dell’intera serie, come raccontato nel manga Super Mario-Kun, ma il successo dell’evento ha fatto sì che la Principessa Peach espandesse la portata dell’evento, istituendo anche delle vere scuole per novizi. È da qui infatti che si svolgono Mario Tennis (2000) per Game Boy Color e Mario Power Tennis (2005) per Game Boy Advance, giochi acclamati dai più per le loro componenti da giochi di ruolo. La nascita di questi giochi, però, sarà l’inizio di un conflitto da non sottovalutare. Risvegliatosi dal coma dopo quattro anni (anche se questo fatto viene smentito da diverse teorie, grazie a Sonic Mania) dagli eventi di Sonic 3 & Knuckles, Sonic viene a scoprire che la Camelot ha tradito SEGA, un tradimento paragonabile a quello di Lancillotto nei confronti di Re Artù. Sarà questo atto a portare il porcospino a sfidare sullo stesso terreno Nintendo. È da questo momento che si svolgono in parallelo ai tornei del Regno dei Funghi prima SEGA SuperStar Tennis (2008) e in seguito i due SEGA All Stars Racing (2011 e 2013), giochi che alimenteranno sempre di più il conflitto tra i fanboy delle due serie, fino ad arrivare al culmine con Super Smash Bros. Brawl (2008). Il grande scontro avvenuto tra il porcospino e l’idraulico finirà in un pareggio, portando così alla nascita della serie sportiva Mario & Sonic, ed ad una riappacificazione tra le due case. A dimostrazione di ciò vi sono gli elementi da gioco di ruolo presenti nelle versioni per console portatili, simili a quelli che resero famosi i Mario Tennis per Game Boy Color e Game Boy Advance.

#2 La fortuna di Wario e la rinascita della Città Diamante

Supponiamo adesso che sia stato proprio Wario, quel mascalzone che ha rubato il kart di Kamek in Mario Kart 64, a vincere senza alcuno sporco trucco il torneo di Mario Tennis 64. Cosa accadrebbe a lui? E cosa al suo partner? Ebbene, una risposta a questo quesito non tardò ad arrivare, e per diverso tempo è stata anche ritenuta la storia canonica della serie, almeno fino all’arrivo di Mario Power Tennis (2004) per Nintendo GameCube.
Dopo avere vinto il torneo Wario deciderà, sotto consiglio del suo amico Dr. Crygor, di intraprendere un’attività imprenditoriale a Città Diamante, sviluppando videogiochi. Da quel momento Wario si trasferirà in pianta stabile, trovando finalmente una casa (e non rubandone altre come avvenuto in Super Mario Land 2) e mettendo la testa a posto.
Ha inizio quindi la fortunata serie WarioWare su Game Boy Advance, e da quel momento saranno anche poche le occasioni per incontrare i suoi vecchi amici. Waluigi infatti verrà piano piano abbandonato da tutti, e tornerà da dove era venuto: “l’ombra”.

Da questo momento si darà il via ad una ricostruzione della città, la quale diventerà in poco tempo una delle più grandi dell’intero Regno dei Funghi, ospitando perfino un campionato di Mario Kart insieme a personaggi di spicco come Pac-Man. È l’inizio di una grande partnership, la quale continuerà fino a Super Smash Bros. for Wii U & Nintendo 3DS. Se tutte queste rivelazioni scioccanti vi hanno turbato non poco, prendetevi due minuti di pausa. Il bello deve ancora arrivare. Voltate pagina, se siete pronti.

Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l’addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l’internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest’ultimo non lo usa mai).

Autore: Filippo "Flippoh" Corso

Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l'addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l'internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest'ultimo non lo usa mai).