23 settembre 2016 • Intervista

Intervista a Shin’en, gli sviluppatori di FAST Racing NEO

Lo scorso dicembre usciva sul Nintendo eShop del Wii U un atteso gioco di corse di produzione indipendente, FAST Racing NEO. Come già feci intendere nella mia recensione, si tratta di un prodotto ad alto profilo incredibilmente spassoso che ogni appassionato di F-Zero o simili dovrebbe assolutamente giocare. Insomma, è un ottimo titolo che tra l’altro è stato confezionato da uno studio tedesco composto da pochissime persone, Shin’en.
Dato che il 28 ottobre prossimo FAST Racing NEO arriverà anche sugli scaffali dei negozi e che a fine mese verrà lanciato sul Nintendo eShop un DLC bello ciccione per questo stesso gioco, abbiamo pensato di cogliere l’occasione per contattare Shin’en e richiedere loro un’altra intervista (non è la prima volta che scambiamo qualche parola con loro). Ci ha risposto Manfred Linzner, produttore esecutivo, game designer, programmatore, compositore e sound designer di FAST Racing NEO.

(Click here to read this interview in english)
(Clicca qui per leggere questa intervista in inglese)

Parliamo di FAST Racing NEO e del DLC

D: FAST Racing NEO è stato ricevuto con entusiasmo sia dal pubblico che dalla critica (è riuscito a convincere persino alcuni dei recensori più scettici) e immagino che abbia anche rappresentato un successo commerciale piuttosto notevole per il vostro studio. Vi aspettavate un riscontro simile durante la produzione del gioco, oppure siete stati colti alla sprovvista da un risultato che ha sorpassato le vostre stesse aspettative?

R: Ovviamente siamo molto felici dell’eccezionale feedback che abbiamo ricevuto dai giocatori e dai recensori. Sapevamo che FAST Racing NEO era un gran gioco, ma era anche una questione di farlo uscire al momento giusto e bisogna pure avere un po’ di fortuna. Alla fine tutto è filato liscio e il successo che il gioco ha riscosso era quello che ci aspettavamo. Altrimenti, non ci avremmo lavorato per tre anni.

D: Il 30 settembre prossimo verranno lanciati il “NEO FUTURE PACK” DLC (che aggiungerà al vostro gioco 8 nuovi tracciati) e l’edizione retail di FAST Racing NEO*, che includerà i già citati contenuti aggiuntivi. Ce ne potete parlare? Nello specifico, con quale mentalità vi siete approcciati allo sviluppo di questo DLC e in che modo arricchirà il gioco? Offrirà esperienze particolarmente diverse da quelle che il “pacchetto base” già propone?

* Giusto pochi minuti prima di pubblicare questa intervista si è scoperto che il lancio del gioco nella sua versione fisica in Italia è stato rimandato al 28 ottobre 2016.

R: Quando lanciammo il gioco non avevamo intenzione di far uscire alcun DLC. Avevamo solo in mente di migliorare il gioco e di aggiungere feature mancanti gratuitamente. Tuttavia, quando ci si è presentata l’opportunità di lanciare di nuovo il gioco su disco pensammo che sarebbe stato grandioso aggiungere dei contenuti inediti per i nuovi giocatori. Avevamo molte idee scartate per dei tracciati fighi e siamo stati felici di rimettere mano al gioco per aggiungere contenuti e migliorare l’esperienza. Già che c’eravamo abbiamo anche migliorato il codice del rendering per avere una fluidità maggiore delle immagini.

Il futuro di Shin’en e di FAST Racing NEO

D: Ci potete svelare se c’è l’intenzione di produrre ulteriori contenuti aggiuntivi per FAST Racing NEO in un futuro più o meno prossimo?

R: Non abbiamo fatto DLC prima d’ora quindi vogliamo prima vedere quante persone sono interessate in questo genere di aggiunte prima di fare ulteriori piani.

D: Qual è il futuro di FAST Racing NEO ora che il sipario sta presumibilmente per calare su l’unica console che al momento ospita il gioco? Esiste l’eventualità che decidiate di confezionare porting per altre piattaforme, magari proprio per questo fantomatico Project NX di Nintendo (considerando quanto vi sentite legati a questo marchio)? Oppure pensate che sia meglio che il gioco rimanga un’esclusiva per Wii U?

R: Per il Wii U pensiamo che FAST + DLC sia semplicemente perfetto e certamente uno dei migliori giochi che potreste comprare su quella piattaforma. Se decidessimo di fare un altro gioco di FAST su una nuova console non sarebbe semplicemente un port. Cercheremmo di sfruttare l’hardware per fare qualcosa che vada oltre ciò che abbiamo fatto con questo gioco.

D: E parlando, invece, del futuro della serie di FAST Racing, ora come ora pensate che potrebbe uscire un terzo gioco prima o poi, o al momento ritenete di aver raggiunto l’apice delle possibilità che questo concept offriva?

R: Pensiamo che con il Wii U abbiamo raggiunto un certo picco. Non pensiamo si possa fare molto di meglio. In passato, però, abbiamo spesso ripreso in mano giochi vecchi quando ci venivano in mente nuove idee per migliorarli.

D: Forse saprete che ci sono parecchi appassionati di Nintendo che vorrebbero vedere un nuovo gioco della serie di F-Zero firmato da voi. Se Nintendo vi proponesse, appunto, di sviluppare un nuovo F-Zero, accettereste? Ed in generale, vi piacerebbe lavorare a contatto così diretto con Nintendo, allo stesso modo con il quale altri sviluppatori di terze parti hanno collaborato con loro per lo sviluppo di giochi come Punch-Out!! e Luigi’s Mansion 2? Alcuni fan pensano che dovreste.

R: Molti fan ci hanno posto queste domande in passato. Siamo in ottimi rapporti con Nintendo e tutto è possibile, ma ci sono ancora così tante cose che vogliamo provare a fare per conto nostro. Se guardate i nostri lavori passati noterete che ci sono un sacco di generi e stili diversi. Adoriamo sperimentare con cose nuove. Da quando FAST è stato lanciato abbiamo già creato un paio di nuovi prototipi. Vogliamo tracciare nuovi territori nella terra di Shin’en!

(English version of this interview can be found next page)
(La versione in inglese di questa intervista si trova nella pagina successiva)

Il fondatore del sito, anche oggi non è più così tanto attivo, preferendo dedicarsi ad altre attività come il game design. Ovviamente anche lui ha un problema come molti di noi: è un gattaro.

Autore: Gianmarco "Jun" Turchiano

Il fondatore del sito, anche oggi non è più così tanto attivo, preferendo dedicarsi ad altre attività come il game design. Ovviamente anche lui ha un problema come molti di noi: è un gattaro.