26 luglio 2018 • Anteprima

Dragon Ball FighterZ (Nintendo Switch) – ANTEPRIMA

Durante l’evento post-E3 a Milano dell’11 luglio ho potuto provare personalmente alcuni titoli in arrivo su Nintendo Switch. Quello di cui voglio parlarvi oggi è Dragon Ball FighterZ, in arrivo il 27 settembre!

Dragon Ball FigherZ è il nuovissimo picchiaduro ispirato al popolare manga di culto, sviluppato da Arc System Works, creatori della serie BlazBlue. In passato ci sono stati tanti altri giochi dello stesso genere e brand, ma spesso si trattava di picchiaduro in 3D (basti pensare a Dragon Ball Xenoverse o ai vecchi Budokai Tenkaichi). FighterZ invece riduce a due le dimensioni di movimento dei personaggi, realizzando un titolo tanto vivo e bello da vedere che sembra riportare sullo schermo le scene dell’anime.

Dragon Ball FighterZ
Ecco la postazione! Abbiamo fatto una partita utilizzando i Controller Pro di Switch!

Già uscito su altre console, il porting su Nintendo Switch di FighterZ era già rumoreggiato ed è stato poi annunciato durante l’E3 2018. Ho avuto il piacere di fare una partita insieme a Lucas durante il post-E3, utilizzando il Pro Controller di Switch. Non ho quindi potuto provare i tanto vociferati controlli semplici e comodi dei Joy-Con, ma immagino che in questo genere di giochi il Pro sia l’opzione migliore per chi vuole giocare in maniera più competitiva. Era anche la prima volta che giocavo a Dragon Ball FighterZ, e la prima impressione è stata molto positiva. Le animazioni erano molto fluide, il che mi ha ricordato quanto detto da altri utenti su Internet, ossia che il gioco riesce a mantenere i 60 fps sia in modalità portatile che fissa.

Dragon Ball FighterZ
Le lotte avvengono in 3 contro 3, ed è possibile chiamare un compagno di squadra per un attacco a sorpresa!

Le lotte si svolgono in 3 contro 3, con la possibilità di fare a cambio con un compagno di squadra o di chiamarlo per attaccare. Non essendo molto pratico del genere non ho potuto eseguire chissà quali mosse speciali, però mi sono divertito lo stesso. Il modo in cui i personaggi si muovevano mi ha fatto ripensare a come molte animazioni siano state studiate per riprodurre certe scene direttamente dal manga o dall’anime. Lo stesso si può dire anche delle voci e degli effetti sonori, che riprendono fedelmente gli originali.

Sfortunatamente per me, i comandi erano “in stile Street Fighter”, ovvero che richiedono delle combinazioni di tasti e rotazioni dell’analogico per eseguire certe mosse. Il match stava andando in maniera abbastanza bilanciata tutto sommato, anche perché sia io che Lucas spesso finivamo per premere pulsanti a caso. Alla fine, ho vinto io perché ho continuato a usare a ripetizione una mossa di Trunks che sparava onde di energia e il mio avversario non è riuscito a superarla. Sono sicuro che se avessimo conosciuto il moveset dei personaggi che stavamo utilizzando non mi avrebbe permesso di farla franca così, ma purtroppo era la prima volta per entrambi.

Dragon Ball FigherZ
Nel roster ci sono anche personaggi da Dragon Ball Super come Goku Black.

Riguardo al roster, nella demo erano disponibili almeno una quindicina di personaggi, provenienti o da Dragon Ball Z o da Super. Ci è stato confermato dalla persona che ci ha assistito nel provare la demo che la versione per Nintendo Switch di Dragon Ball FigherZ conterrà tutti i DLC che saranno stati rilasciati fino all’uscita del gioco. Sicuramente un ottimo modo per invogliare chi voleva prenderlo già su altre piattaforme ma non lo ha più fatto! Almeno personalmente, non essendo molto ferrato del genere, sarò interessato anche solo per la modalità in giocatore singolo. Considerando anche la portabilità, questa potrebbe essere la versione definitiva di Dragon Ball FigtherZ.

Nintendoomed partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Prova gratuitamente Amazon Prime per ricevere i tuoi acquisti in un giorno.

Studente fuorisede e (sedicente) appassionato di RPG, in particolare Dragon Quest e Fire Emblem. Passa più tempo a cercare di recuperare vecchi giochi che a provarne di nuovi. Quando non scrive articoli, probabilmente sta perdendo tempo all’arena dei mostri per ottenere la spada Falcon.
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Dario "Spiky" Vetrano

Studente fuorisede e (sedicente) appassionato di RPG, in particolare Dragon Quest e Fire Emblem. Passa più tempo a cercare di recuperare vecchi giochi che a provarne di nuovi. Quando non scrive articoli, probabilmente sta perdendo tempo all'arena dei mostri per ottenere la spada Falcon. Lo trovate su Facebook e Twitter.