7 ottobre 2016 • Notizia

Il creatore di Bloodstained parla dell’incertezza della versione Wii U

Koji Igarashi, creatore di Bloodstained: Ritual of The Night, ha parlato ai microfoni di IGN della versione Wii U del suo gioco.

Sì, è davvero un problema complicato. La verità è che man mano che passa il tempo, qualche piattaforma diventa irrilevante. A volte escono nuove console che ti fanno pensare a quale sia la strategia adatta. E da creatore, di solito vuoi creare roba per quel nuovo hardware. Questa è la realtà.
[…]
Tuttavia questo gioco è stato finanziato dalle persone [tramite Kickstarter] e abbiamo fatto loro delle promesse. Questa gente ci ha permesso di proseguire e di stare qui a parlare. Qualunque cambiamento che facciamo o che stiamo considerando, che vada al di fuori di ciò che abbiamo promesso, deve essere fatto con molte spiegazioni, cura e discussioni, per vedere quali opinioni ci sono. Dobbiamo ascoltare loro alla fine, e abbiamo fatto delle promesse. Sfortunatamente, alcune di queste non hanno così tanto senso come lo avevano prima.
Quindi siamo in una posizione molto difficile, e alla fine, se decidessimo di seguire una determinata direzione, dobbiamo assicurarci di avere il loro supporto. Ma alla fine credo che siamo stati incredibilmente trasparenti su tutte le cose che sono successe con coloro i quali ci hanno finanziato, che ci hanno supportati molto.
Quindi spero che, se ci sarà una decisione difficile e non sapremo cosa fare, potremo avere una conversazione. Se diranno che non capiscono, allora non potremo fare nulla. Se invece capiranno ed approveranno, allora saremo in grado di fare delle cose più interessanti. Vedremo.

Fonte: GoNintendo

Sono nato con una PS1 davanti e all’età di 3 anni catturavo i miei primi Pokémon su Game Boy Color. Nintendaro con lievi sfumature di PC Master Race, il mio sogno è di diventare un game developer. In alternativa, potrei diventare un ciccione.

Autore: Leonardo "Dadoh" Simi

Sono nato con una PS1 davanti e all'età di 3 anni catturavo i miei primi Pokémon su Game Boy Color. Nintendaro con lievi sfumature di PC Master Race, il mio sogno è di diventare un game developer. In alternativa, potrei diventare un ciccione.